Archivio rubrica: ‘In cantina’

Valle Isarco focus. Ragione e sentimento sulla strada per Bressanone: Taschlerhof e Kuen Hof

Valle Isarco focus. Ragione e sentimento sulla strada per Bressanone: Taschlerhof e Kuen Hof

Di • 31 Gen 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Puntata dedicata a due vignaioli di razza: Peter Wachtler (Taschlerhof), nei cui vini ho apprezzato fin dalle prime vendemmie la progressiva, implacabile messa a fuoco stilistica; e Peter Pliger (Kuen Hof), del quale mi ha sempre colpito, oltre ai vini, quella gentilezza tranquilla, portata all’ascolto, senza ombra di spocchia, che non smette di affascinare e che istintivamente fa sentire a proprio agio.



La prospettiva del tempo: degustazioni in Alto Adige/2: Rielinger, nel Renon

La prospettiva del tempo: degustazioni in Alto Adige/2: Rielinger, nel Renon

Di • 24 Gen 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Lamberto Tosi
Dopo l’altopiano di Mazzon si passa nel Renon, in Valle Isarco. In questa seconda puntata la cronaca della visita a Rielingerhof di Matthias Messner, situato nei pressi di Siffiano a 750 metri sul livello del mare: classici bianchi come Riesling, Kerner, Müller-Thurgau e l’autoctono Blatterle



Valle Isarco focus. Profondo bianco – Essere vignaioli a Chiusa: Röckhof, Garlider

Valle Isarco focus. Profondo bianco – Essere vignaioli a Chiusa: Röckhof, Garlider

Di • 17 Gen 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Ci troviamo a Chiusa. O meglio, rispettivamente a Villandro e a Velturno, in compagnia di due vignaioli eclettici, di due produzioni eclettiche, che ci parlano della loro terra con accenti diversi ma con personalità. Rockhof, o della verace solarità; Garlider, ovvero l’elogio alla lentezza.



Valle Isarco focus – Profondo bianco. I vignaioli di Fié: Gumphof, Bessererhof, Wassererhof

Valle Isarco focus – Profondo bianco. I vignaioli di Fié: Gumphof, Bessererhof, Wassererhof

Di • 3 Gen 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Cominciamo da qui, dalla Bassa Valle Isarco, ovvero dalla porzione di valle che incontriamo per prima provenendo da Bolzano, se diretti verso il Brennero. Un “posto di mezzo”, la cui unicità microclimatica a suo modo “frontaliera” è combattuta fra istanze mediterranee e tentazioni più alpine grazie all’incrocio dei venti- tiepidi e gardesani da un lato, freddi e dolomitici dall’altro – e delle temperature….



Valle Isarco focus – Profondo bianco. Intro/2

Valle Isarco focus – Profondo bianco. Intro/2

Di • 20 Dic 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Seconda e ultima parte della introduzione alla Valle Isarco. Suoli, facce, paesaggi, umori. E assieme a loro le parole, le parole del vino, co-protagonista assoluto di questa storia



La prospettiva del tempo: degustazioni in Alto Adige/1 – Carlotto e Gottardi

La prospettiva del tempo: degustazioni in Alto Adige/1 – Carlotto e Gottardi

Di • 20 Dic 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Lamberto Tosi
Quest’anno non sono andato al Merano Wine Festival. La nostra consueta visita in Alto Adige, o come dicono da queste parti in Südtirol, l’abbiamo effettuata nella prima settimana di ottobre, quando ancora i tini non avevano smesso di ribollire. I produttori ci hanno accolto per gentile intercessione di Laura Sbalchiero e Peter Dipoli, che ringraziamo



Racconti di viaggio: Sudafrica, quarta ed ultima parte

Racconti di viaggio: Sudafrica, quarta ed ultima parte

Di • 8 Nov 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Leonardo Mazzanti
Riprendiamo il resoconto dopo l’ottima cena presso il Werf Restaurant da Boschendal, e dopo aver dormito nelle dependance dell’Hawkmoor House, fattoria del XVII secolo con ospitalità dichiarata a quattro stelle ma che sconsigliamo vivamente (a meno di non soggiornare nella storica casa padronale). E torniamo da Boschendal per degustare gli altri vini



Testimoni della “grandeur” a Vinexpo 2017. Seconda parte: i Premier Grand Cru Classé A di Saint-Émilion, da Château Pavie a Château Angelus passando per Château Cheval Blanc

Testimoni della “grandeur” a Vinexpo 2017. Seconda parte: i Premier Grand Cru Classé A di Saint-Émilion, da Château Pavie a Château Angelus passando per Château Cheval Blanc

Di • 1 Nov 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Lamberto Tosi
BORDEAUX – Dopo aver trascorso la serata a Saint-Émilion, il mattino seguente ci prepariamo alla prima visita della giornata: Château Pavie



Racconti di viaggio. Sudafrica, parte terza: nel triangolo d’oro del vino fra Stellenbosch, Paarl e Franschhoek

Racconti di viaggio. Sudafrica, parte terza: nel triangolo d’oro del vino fra Stellenbosch, Paarl e Franschhoek

Di • 1 Nov 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Leonardo Mazzanti
Nella prima e seconda parte sono state descritte per sommi capi le varie tappe del viaggio, ad eccezione delle Winelands e delle due cantine visitate, oggetto di questa puntata: Blaauwklippen e Kanonkop



Racconti di viaggio: Sudafrica, parte seconda

Racconti di viaggio: Sudafrica, parte seconda

Di • 25 Ott 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Leonardo Mazzanti
Dopo le prime due tappe (Kruger park, Blyde river canyon e Madikwe reserve) continuiamo con le seguenti ad eccezione di quella di Stellenbosch che sarà approfondita nei prossimi articoli con alcuni vini degustati



I Ceraudo, i loro vini e la masseria. Ritratto di famiglia, ritratto di Calabria/2

I Ceraudo, i loro vini e la masseria. Ritratto di famiglia, ritratto di Calabria/2

Di • 27 Set 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Massimo Zanichelli
Prosegue il grande ritratto della famiglia Ceraudo e della loro masseria Dattilo, stavolta alle prese con l’esperienza gastronomica e l’ospitalità. Un posto dove si respira unicità di intenti, di idealità, di bellezza



I Ceraudo, i loro vini e la masseria. Ritratto di famiglia, ritratto di Calabria/1

I Ceraudo, i loro vini e la masseria. Ritratto di famiglia, ritratto di Calabria/1

Di • 20 Set 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Massimo Zanichelli
Prima d’ora non ero mai stato in questo angolo aspro e incantato di Calabria nel mese di agosto e bisogna viverlo sotto l’accecante canicola della vendemmia per comprenderne la visceralità: la terra bruna scottata dal sole, la lussureggiante vegetazione mediterranea (le palme, gli olivi, i fichi d’india), il cielo cobalto che si rispecchia nel blu cangiante di un mare striato di azzurri e indachi, il calore che morsica la pelle e ottunde i sensi. Un incanto di colori intensi e iridescenti, uno stordimento di temperature ed emozioni



Il talento di Talenti e la riconquista della luce

Il talento di Talenti e la riconquista della luce

Di • 23 Ago 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Se a Montalcino c’è una cantina i cui progressi qualitativi, da qualche vendemmia a questa parte, si sono tramutati in felice evidenza, questa è la cantina di Talenti. Con crescente regolarità, nei miei personali taccuini di degustazione i rossi di Riccardo Talenti ci hanno preso gusto ad insediarsi nei piani alti altissimi del bere bene ilcinese.



Gianni Brunelli a Montalcino. Per amore, solo per amore

Gianni Brunelli a Montalcino. Per amore, solo per amore

Di • 9 Ago 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
A questa storia manca un pezzo: non ho conosciuto infatti Gianni Brunelli. Non come avrei voluto, perlomeno. A ripensarci, una circostanza da annoverare fra gli errori dello spirito. A Montalcino se lo ricordano bene, se lo ricordano tutti. Una commistione esplosiva di idealità e determinazione, per quel che suol dirsi un uomo vitale, schietto, “dialettico”. E una bella storia la sua…



La seconda rinascita di Antica Hirpinia

La seconda rinascita di Antica Hirpinia

Di • 2 Ago 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Franco Santini
Sono passati altri vent’anni e Antica Hirpinia ci riprova: una seconda rinascita, con una nuova proprietà, un nuovo team di collaboratori, un nuovo approccio al marketing e alla comunicazione, una nuova guida enologica (quella di Riccardo Cotarella). L’obiettivo? Valorizzare la storicità della cantina, ma anche a sperimentare, rinnovando l’immagine e la sostanza dei vini prodotti. Sarà la volta buona?



Cantina Crociani a Montepulciano, o degli infiniti ritorni

Cantina Crociani a Montepulciano, o degli infiniti ritorni

Di • 26 Lug 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Marco Bonanni
Negli anni non ho più apprezzato un “sapore” così. E dire che di tempo ne è passato, ma non ricordo di aver provato mai più niente di simile. Rimane ancora un sapore che non vi so raccontare. Ne parlavamo già da qualche tempo e quello sarebbe stato il giorno. Eravamo elettrizzati. Ci eravamo dati appuntamento dietro una vecchia casa diroccata dove si andava spesso a giocare



Girovagando per la Lucchesia: Terre del Sillabo

Girovagando per la Lucchesia: Terre del Sillabo

Di • 19 Lug 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Leonardo Mazzanti
Sono a casa dell’istrionico Giovan Pio “Giampi” Moretti, personaggio importante nel panorama enoico provinciale (e non solo), tant’è che è stato tra i promotori dell’Associazione Grandi Cru della Costa Toscana. E’ proprietario di circa sette ettari di vigne, divise tra due valli vicine, che segue personalmente col supporto tecnico di professionisti. Prima annata prodotta nel 1993: siamo arrivati, quindi, quasi alle nozze d’argento



SanCarlo a Montalcino. Il richiamo della terra e il Brunello “antico” che non scordi

SanCarlo a Montalcino. Il richiamo della terra e il Brunello “antico” che non scordi

Di • 7 Giu 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
I vini, i loro vini, mi hanno condotto fin qui, a SanCarlo. Loro sono stati il pungolo e il viatico di una montante curiosità. Grazie alla schiettezza e al temperamento. E grazie a quella robustezza buona che ne accompagna fedelmente le trame, intrise di veracità e sapore



Impressioni cilene, terza parte

Impressioni cilene, terza parte

Di • 7 Giu 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Lamberto Tosi
Con le ultime tre aziende, Montes, Clos Santa Ana e Viña Indomita, si conclude questa affascinante visita in Cile. Se ne trae la sensazione di un mondo enologico privo di pregiudizi culturali, in piena evoluzione e con forti capacità di integrare l’attività vitivinicola con le attività turistico-ricettive



Impressioni cilene, seconda parte

Impressioni cilene, seconda parte

Di • 17 Mag 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Lamberto Tosi
Dopo la breve descrizione del mondo enoico cileno continuiamo con visite alle cantine selezionate dalla Aeb, importante azienda di produzione e commercializzazione di prodotti enologici: Maturana Wines, RRwines, Viu Manent