Archivio rubrica: ‘Mangiare bere uomo donna’

Stanglwirt: quando eco-friendly e bio-hotel non sono solo slogan

Stanglwirt: quando eco-friendly e bio-hotel non sono solo slogan

Di • 4 Gen 2017 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Franco Santini
Lo confesso: da un po’ di tempo quando leggo i prefissi “bio” ed “eco” reagisco con sospetto. Ormai è tutto bio-eco-qualcosa: lo zoo che diventa bio-parco; la trattoria rurale che diventa bio-osteria; l’hotel che si trasforma in eco-resort. E così via, a colpi di prefissi: l’importante è propinarci una qualche bio-eco-esperienza



Ristorante La Madernassa a Guarene. A metà strada fra Parigi e l’oriente. O forse, soltanto, la nuova cucina del Roero

Ristorante La Madernassa a Guarene. A metà strada fra Parigi e l’oriente. O forse, soltanto, la nuova cucina del Roero

Di • 21 Dic 2016 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Fernando Pardini
Certo il posto ce la mette tutta per suscitare empatia e immedesimazione. Difatti quell’apparenza maestosa con cui ti si apre alla vista si stempera in fretta in una dimensione fortunatamente più intima e confortevole, di placide raffinatezza e decoro



Ristorante La Grotta a Montepulciano: il dolce conforto della tradizione

Ristorante La Grotta a Montepulciano: il dolce conforto della tradizione

Di • 7 Dic 2016 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Lorenzo Coli
Tanto per cominciare l’arrivo a “La Grotta” vi toglierà il fiato: una terrazza aperta su dolci e incantevoli colline con la visione quieta e maestosa del Tempio di San Biagio, realizzato in travertino da Antonio da San Gallo il Vecchio in epoca rinascimentale



Bere bene a Montalcino è facile. Ma mangiare? Ecco, Il Giglio ti risolve i problemi

Bere bene a Montalcino è facile. Ma mangiare? Ecco, Il Giglio ti risolve i problemi

Di • 30 Nov 2016 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna • Un commento

di Fernando Pardini
….accade quindi che quel posto cui vi accennavo, e al quale ben volentieri ritorno ogni volta che posso, si stagli con merito nel panorama gastronomico (non sempre esaltante) dei luoghi. Dissimulando le proprie potenzialità sotto le insegne apparentemente “innocue” di un piccolo albergo a conduzione familiare situato in pieno centro cittadino: Il Giglio si chiama, Il Giglio è il suo nome.



Mangiare in Chianti Classico. Le Panzanelle e altre storie

Mangiare in Chianti Classico. Le Panzanelle e altre storie

Di • 21 Set 2016 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Fernando Pardini
La frase di rito è: “che ne diresti di un bel giretto nel Chianti?”. La risposta, ineludibile e convinta, è: “ottimo, ma a mangiare si va alle Panzanelle, eh!”. Così, spesso, si risolvono le questioni di viaggio, a casa mia. Con il tempo ho scoperto che in realtà questa sorta di do ut des casalingo è prassi consolidata un po’ ovunque



Rifugio Fuciade, cuore pulsante dell’enogastronomia in Val di Fassa

Rifugio Fuciade, cuore pulsante dell’enogastronomia in Val di Fassa

Di • 21 Set 2016 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Roberta Perna
Sul Passo San Pellegrino, in Val di Fassa, a pochi chilometri da Moena e Soraga, c’è un rifugio che merita di essere raccontato, un posto che lascia il segno non soltanto per la bellezza quasi sfacciata della valle in cui sorge, la valle di Fuciade, ma anche per la cucina e per la cantina



Hermitage Stube, una stella nel cielo di Campiglio: racconti di ottimo cibo e grande vino

Hermitage Stube, una stella nel cielo di Campiglio: racconti di ottimo cibo e grande vino

Di • 31 Ago 2016 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Riccardo Brandi
Racconto di un’esperienza sensoriale avvincente ed emozionante che ha visto coniugare, in un connubio ideale, l’eccellenza della ristorazione del territorio e la pregevolezza dei prodotti locali, unendo il tutto ad un fantastico viaggio enologico che ha accompagnato una deliziosa cena in uno dei locali cult di Campiglio: il ristorante gourmet Hermitage Stube



La Rocca, nel castello di Castelfalfi: bellezza, bontà, contrasti

La Rocca, nel castello di Castelfalfi: bellezza, bontà, contrasti

Di • 20 Lug 2016 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Riccardo Farchioni
In un castello al cuore di un borgo di fondazione longobarda completamente ristrutturato e che affaccia sulle colline fra Volterra e Firenze, un giovane chef bergamasco esegue in modo egregio i piatti della tradizione toscana, ma sa anche osare



Incontri di Langa, in Langa. Prima parte: Poderi Colla, Boroli, Elvio Cogno

Incontri di Langa, in Langa. Prima parte: Poderi Colla, Boroli, Elvio Cogno

Di • 6 Lug 2016 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna • 4 commenti

di Fernando Pardini
Si trattò della prima colletta significativa, riuscita grazie allo zoccolo duro della complicità esistenziale. Che immancabilmente si ritrovava all’enoteca Nebraska di Camaiore, ogni sabato sera, culla privilegiata del nostro svezzamento enoico



La Locanda Vigna Ilaria di Lucca cambia pelle. Nasce Pesce Briaco, wine restaurant

La Locanda Vigna Ilaria di Lucca cambia pelle. Nasce Pesce Briaco, wine restaurant

Di • 29 Giu 2016 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Lorenzo Coli
L’attesa è finita. La “premiata ditta” Andrea Maggi – Maurizio Marsili torna nuovamente a calcare la ribalta della ristorazione lucchese. Infatti, dopo una lunga ed articolata ristrutturazione durata sei mesi, il fu Locanda Vigna Ilaria riapre i battenti in questi giorni, rinnovato anche nel nome…



Gambellara on my mind. Azienda agricola Sordato

Gambellara on my mind. Azienda agricola Sordato

Di • 22 Giu 2016 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Roberta Perna
Dire Gambellara significa dire garganega, l’uva a bacca bianca dalla quale si ottengono il Gambellara, il Gambellara Classico, ovvero 100% uva garganega, il Gambellara Vin Santo ed il Recioto di Gambellara, nelle tipologie spumante e classico….



Diario parigino 2016/2. I bistrot: Le Pré Verre (rive gauche), Estaminet (rive droite)

Diario parigino 2016/2. I bistrot: Le Pré Verre (rive gauche), Estaminet (rive droite)

Di • 13 Gen 2016 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Riccardo Farchioni
Le Pré Verre, efficace e sulla cresta dell’onda, Estaminet, atmosfera caratteristica e nevrosi metropolitana. Due luoghi (rive gauche e rive droite) che riflettono la zona di Parigi dove si trovano, e due modi di intendere la natura del bistrot



L’essenza dell’accoglienza. Hotel Chez Toi, a Oulx (To)

L’essenza dell’accoglienza. Hotel Chez Toi, a Oulx (To)

Di • 30 Dic 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Riccardo Farchioni
L’accoglienza, ah l’accoglienza. Quale parola ha suono più melodioso e significato più insidioso, quando si parla di hotellerie… Tentiamone allora una interpretazione: buona accoglienza significa trasmettere un po’ del proprio essere, del proprio vissuto, della propria sensibilità e cultura



Giovanni Santarpia e la sua vera pizza napoletana alla conquista di Firenze

Giovanni Santarpia e la sua vera pizza napoletana alla conquista di Firenze

Di • 16 Dic 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna • 5 commenti

di Roberta Perna
Da stasera, a Firenze, in largo Annigoni, si comincerà a sfornare pizza, di quella vera, napoletana nell’anima, dall’impasto, allo spessore, al condimento, fino alla cottura. A portare questa ventata partenopea in città è Giovanni Santarpia, scugnizzo doc



Felici contaminazioni di Langa alla Locanda del Pilone

Felici contaminazioni di Langa alla Locanda del Pilone

Di • 18 Nov 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Fernando Pardini
Che il posto ci metta del suo per stregarti è indubbio. In bella vista su di un “bricco” tondeggiante circondato dai vigneti, dai noccioleti, dal silenzio e da certe visioni di Langa a cui non sai opporre resistenza, d’istinto predispone all’ottimismo e agli smottamenti emotivi. Ti circuisce, questo fa, e tu senti di starci bene in mezzo. C’è aria buona qui



Chi sul pesce ci scommette e vince: Ristorante Pane e Olio a Firenze

Chi sul pesce ci scommette e vince: Ristorante Pane e Olio a Firenze

Di • 28 Ott 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Roberta Perna
Una città, Firenze, che non ha mai fatto l’amore con il pesce. Vuoi per tradizione, che vede sul letto nuziale carne e verdure, vuoi per la lontananza dal mare, vuoi forse perchè pochi ristoratori hanno provato a scommetterci sopra



Ristorante Il Santo Graal a Firenze, dove la creatività è fuoco sacro

Ristorante Il Santo Graal a Firenze, dove la creatività è fuoco sacro

Di • 21 Ott 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Roberta Perna
Se c’è passione, c’è vita! E al ristorante Il Santo Graal di Firenze l’energia non manca. Anzi, ce n’è da vendere! Passione che si ritrova nell’ambiente, nel servizio in sala e nella cucina di uno chef appena trentenne



Osteria Perillà: la Val d’Orcia del gusto abita qua

Osteria Perillà: la Val d’Orcia del gusto abita qua

Di • 30 Set 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna • 4 commenti

di Lorenzo Coli
A Rocca d’Orcia l’aria rarefatta del crepuscolo settembrino regala un vista nitidissima sulla valle, con Bagno Vignoni che sembra di poterlo cogliere come un fiore ai nostri piedi. In alto si staglia la millenaria Rocca di Tentennano, intorno alla quale fanno capolino le prime stelle della sera



La Subìda a Cormòns. Un atto d’amore

La Subìda a Cormòns. Un atto d’amore

Di • 25 Ago 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Fernando Pardini
Sostenere che “andare alla Subìda non è solo andare a un ristorante” raggiunge lo stesso livello di ovvietà di un “non ci sono più le mezze stagioni”



Lettere da Madrid (e dintorni)/Sapori di Spagna al Restaurante La Santa, ad Ávila

Lettere da Madrid (e dintorni)/Sapori di Spagna al Restaurante La Santa, ad Ávila

Di • 25 Ago 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Riccardo Farchioni
L’ora di pranzo, nei luoghi turistici, è un’ora cruciale. Anche perché, trovandosi presumibilmente in gita, una condizione che include camminate, sforzi di orientamento e di apprendimento, eccetera, a quell’ora ci si arriva spesso oltre che affamati anche stanchi