Archivio rubrica: ‘diVini’

Una nuova strada per il Boca: il Plinius di Le Piane

Una nuova strada per il Boca: il Plinius di Le Piane

Di • 17 giu 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Paolo Rossi
Boca, 14 maggio, giornata assolata e limpida sulle colline boscose dell’Alto Novarese. È il giorno scelto da Christoph Künzli per presentare il nuovo vino di Le Piane, il Plinius I. Le idee chiare non mancano di certo al patron di questa azienda



Nebbiolo Prima 2015: il giorno dei 100 Barbaresco in tre mosse. Seconda: Neive

Nebbiolo Prima 2015: il giorno dei 100 Barbaresco in tre mosse. Seconda: Neive

Di • 10 giu 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Che la sessione di assaggi maggenca proposta ad Alba nell’ambito del classico appuntamento tardo primaverile di Nebbiolo Prima (ancora una volta distintivo e riuscitissimo, come pochi altri nel panorama nazionale) potesse contemplare una certa numerosità di campioni in gioco, e quindi un certo impegno psico-fisico per il degustatore seriale, era da mettere nel conto. Certo non fino al punto da dover annoverare ben 100 Barbaresco in una mattinata sola!



Nebbiolo Prima 2015: il giorno dei cento Barbaresco in tre mosse. Prima: Alba e Barbaresco

Nebbiolo Prima 2015: il giorno dei cento Barbaresco in tre mosse. Prima: Alba e Barbaresco

Di • 3 giu 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
ALBA (CN) – Che la sessione di assaggi maggenca proposta ad Alba nell’ambito del classico appuntamento tardo primaverile di Nebbiolo Prima (ancora una volta distintivo e riuscitissimo, come pochi altri nel panorama nazionale) potesse contemplare una certa numerosità di campioni in gioco, e quindi un certo impegno psico-fisico per il degustatore seriale, era da mettere nel conto. Certo non fino al punto da dover annoverare ben 100 Barbaresco in una mattinata sola!



Arriva Vinexpo Bordeaux 2015: tra aspettative e ricordi

Arriva Vinexpo Bordeaux 2015: tra aspettative e ricordi

Di • 3 giu 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Lamberto Tosi
Per rinfrescare le aspettative che abbiamo su Vinexpo che si apre il 14 giugno prossimo riportiamo l’ultima parte delle degustazioni effettuate in occasione della scorsa edizione



Ciliegiolo: altro che uva da taglio! Ciliegiolo d’Italia docet

Ciliegiolo: altro che uva da taglio! Ciliegiolo d’Italia docet

Di • 27 mag 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio • 5 commenti

di Roberta Perna
Ci sono figli di un Dio minore e figli di un destino un po’ beffardo, come per il ciliegiolo, storico vitigno italiano che ha potuto, fino a poco tempo fa, e nella maggior parte dei casi, rivestire soltanto il ruolo di uva da taglio, soprattutto in vini dominati dal sangiovese, per regalargli profumi e morbidezza. Eppure, secondo studi sulla sua origine, si pensa possa essere addirittura il “padre” proprio del sangiovese



Azienda Agricola Longariva: dal Trentino, la solidità di una mano antica

Azienda Agricola Longariva: dal Trentino, la solidità di una mano antica

Di • 20 mag 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Paolo Rossi
“Qui dietro c’è una mano antica, di un vignaiolo capace di interpretare la storia, il territorio, i vitigni con un rispetto raro. Qualcuno che ha capacità di vedere lontano”. Questo viene da pensare assaggiando i vini dell’azienda trentina Longariva. Marco e Rosanna Manica. Ho conosciuto Marco e Rosanna Manica al Mercato dei Vignaioli Indipendenti di Piacenza



Progetto “Territorio da bere”, alla locanda Vigna Ilaria di Lucca è il turno di Calafata

Progetto “Territorio da bere”, alla locanda Vigna Ilaria di Lucca è il turno di Calafata

Di • 20 mag 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio • 2 commenti

di Leonardo Mazzanti
Terzo appuntamento del progetto dedicato alle cantine della provincia di Lucca, una serie di cene organizzate dal dinamico Andrea Maggi nella sua Locanda Vigna Ilaria a Sant’Alessio (alle porte del capoluogo) che coinvolgeranno, secondo un calendario in divenire, tutte le realtà vitivinicole esistenti sul territorio senza esclusioni o preferenze di sorta. Dunque una bella panoramica di quanto viene prodotto in zona



Due o tre cose da dire su Vinitaly 2015

Due o tre cose da dire su Vinitaly 2015

Di • 20 mag 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Lamberto Tosi
Vinitaly, si sa, è l’evento principale del panorama enologico nazionale e difficilmente se ne può stare fuori. Anche chi si inventa eventi satellite lo fa in riferimento alle sue date



Salone internazionale dei vini della Loira 2015: una certa idea della Francia

Salone internazionale dei vini della Loira 2015: una certa idea della Francia

Di • 29 apr 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Lamberto Tosi
ANGERS – Il tessuto aziendale della Valle della Loira è a maglia più stretta rispetto a quello di altre realtà vinicole francesi: qui si incontrano produttori con 20-30 ettari con molta facilità. Realtà viticole più a misura d’uomo dove l’uomo fa ancora la differenza



Flashback. Schegge di assaggi indietro nel tempo: Champagne, Bourgogne, Bordeaux… what else?

Flashback. Schegge di assaggi indietro nel tempo: Champagne, Bourgogne, Bordeaux… what else?

Di • 22 apr 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Fra (inattesi) Champagne di rango e inarrivabili Borgogna targati Guffens-Heynen e Ramonet. Per terminare il viaggio a Pomerol, al cospetto di un “grande vecchio” che non scordi



Flashback: schegge di assaggi indietro nel tempo. Prima Terra, I Botri, Fossacolle, Querciabella, La Volpaia…

Flashback: schegge di assaggi indietro nel tempo. Prima Terra, I Botri, Fossacolle, Querciabella, La Volpaia…

Di • 8 apr 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Dalla Liguria un bianco “resistente”, poi ancora il Morellino che non ti aspetti, un Brunello “sodo”, un sensualissimo Camartina e uno struggente Chianti Classico d’antan.



Il Myò firmato Zorzettig, Friulano che sorprende

Il Myò firmato Zorzettig, Friulano che sorprende

Di • 8 apr 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio • 2 commenti

di Riccardo Brandi
Il Friuli Colli Orientali Friulano Myò, usando le parole di Annalisa Zorzettig, “è un concetto che di anno in anno ci fa proporre solo il meglio”. Infatti non tutti i vigneti selezionati finiscono imbottigliati con questa etichetta,



Chianti Classico 2013: alla ricerca del tempo perduto. O dell’armonia nelle forme

Chianti Classico 2013: alla ricerca del tempo perduto. O dell’armonia nelle forme

Di • 25 mar 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio • 4 commenti

di Fernando Pardini
FIRENZE – L’annata 2013, per quel che è emerso dai primi assaggi comparativi effettuati alla Stazione Leopolda durante la tradizionale e ben organizzata kermesse Chianti Classico Collection 2015, mi sta proprio simpatica. E se definirla un toccasana potrebbe sembrare un filino esagerato, non possiamo certo negare che abbia giocato il suo bel ruolo da protagonista…



Live Wine 2015: persone, vini, incontri

Live Wine 2015: persone, vini, incontri

Di • 25 mar 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Paolo Rossi
MILANO – Fa piacere partecipare a una degustazione e poter cogliere subito, per diversi fattori, l’idea che sia un evento azzeccato. Bastava entrare nell’immensa sala inondata di luce del Palazzo del Ghiaccio di Milano per dire: “ok, stavolta ci siamo, hanno trovato la formula giusta”



Il Chianti Classico della Berardenga. Seconda parte: vini e terroir

Il Chianti Classico della Berardenga. Seconda parte: vini e terroir

Di • 18 mar 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Stili, terroir e vini della Berardenga, l’appendice (più) meridionale del Chianti Classico. Per iniziare a contarsi, puntando decisi sulla menzione geografica aggiuntiva in etichetta.



Aspettando la primavera: due Moscato d’Asti da cercare a Vinitaly

Aspettando la primavera: due Moscato d’Asti da cercare a Vinitaly

Di • 18 mar 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Lamberto Tosi
Lo so, quando si parla di Moscato, e in particolare di Moscato d’Asti, è facile perdersi nelle descrizioni di fiori e frutti, grazie alla dolce e composita aromaticità che questo vino-vitigno si porta con sé. Ma se parliamo di corrispondenze tra vino e natura, fra profumi dei vini e profumo dei campi



Brunello di Montalcino 2010: un’annata da interpreti. E da interpretare

Brunello di Montalcino 2010: un’annata da interpreti. E da interpretare

Di • 11 mar 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio • 2 commenti

di Fernando Pardini
MONTALCINO (SI) – Quanta attesa, ma che attesa! Non ricordavo un’attesa così da anni. L’agognato appuntamento coi Brunello della celebratissima annata 2010 ha assunto toni e aspettative da incontro epico e amoroso, di quelli imperdibili, da sentirsi male qualora esclusi o impossibilitati ad andare.



Barolo 2011: mica male! Assaggi in anteprima a Milano con GoWine

Barolo 2011: mica male! Assaggi in anteprima a Milano con GoWine

Di • 11 mar 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Paolo Rossi
MILANO – Barolo 2011: “mica male!”, viene da dire. È difficile ripartire con i piedi per terra dopo un’annata come la 2010 di cui si è parlato e si parlerà a lungo, classica, longeva, completa. Questo 2011, per quello che si riesce a intuire da adesso, in fase assai precoce, sembra in ogni caso una annata solida e di ottimo livello



Franciacorta Brut Pas Dosé Riserva Bagnadore di Barone Pizzini: Riserva regale

Franciacorta Brut Pas Dosé Riserva Bagnadore di Barone Pizzini: Riserva regale

Di • 11 mar 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Massimo Zanichelli
La Riserva Bagnadore 2008 rappresenta il culmine produttivo dell’attività della Barone Pizzini, storica azienda franciacortina (la prima della denominazione a cimentarsi dal 2001 con la conduzione biologica dei vigneti) diretta con serietà e competenza da Silvano Brescianini a partire dalla fine degli anni Novanta.



Le nobili “Vette” di Tenuta San Leonardo

Le nobili “Vette” di Tenuta San Leonardo

Di • 5 mar 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio • Un commento

di Riccardo Brandi
È nel profondo nord, nel Trentino, luogo incantevole forse molto più in estate piuttosto che d’inverno quando in tanti godono delle sue vette innevate, che ho già avuto modo di apprezzare una famiglia legata al vino in modo viscerale, una famiglia nobile tanto quanto i loro vini



  2015 In vino veritas – L’AcquaBuona Via N.Sauro, 21 55045 Pietrasanta (LU) | Basato su WordPress e su un adattamento del tema Mimbo | Articoli (RSS) | Commenti (RSS)