Archivio rubrica: ‘Il vino in dettaglio’

Eppur non mi piacevano: gli orange wines ed il mio cambio di pensiero

Eppur non mi piacevano: gli orange wines ed il mio cambio di pensiero

Di • 7 Giu 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio • 4 commenti

di Roberta Perna
Appena mi si nominavano gli orange wines mi veniva l’orticaria. Non mi andavano giù e non c’era modo di farmeli piacere, con quei sentori che assomigliavano più a puzzette invece che ad inebrianti profumi, con quel tratto ossidativo a mio avviso troppo estremo. Mi sono dovuta ricredere partecipando ad una degustazione al ristorante Santa Maria Novella di Firenze curata da Michele Crapuzzo, sommelier Ais, che ha portato nella culla del rinascimento una selezione di otto vini provenienti da tutta Italia



I vini del mese e le libere parole. Maggio 2017

I vini del mese e le libere parole. Maggio 2017

Di • 31 Mag 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Nasce oggi una nuova rubrica, il cui titolo è parzialmente (volutamente) ingannevole e apparentemente (volutamente) scontato. Perché in realtà non c’è niente di classificatorio né irreggimentato qui. Nemmeno le parole. Con cadenza mensile mi piacerebbe soltanto riannodare le fila dei tanti vini bevuti e non rientrati nell’involucro protettivo di un racconto, di una rassegna, di un viaggio o di un incontro con il produttore. Attenzione, ho detto bevuti, non degustati. E questo fa una certa differenza!



I Barolo Riserva 2011. Insidie ed eccezioni di un’annata difficile

I Barolo Riserva 2011. Insidie ed eccezioni di un’annata difficile

Di • 31 Mag 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Dobbiamo ammetterlo, il primo approccio per così dire sistematico con i Barolo Riserva 2011 non è stato propriamente tutto rose e fiori. Anzi, l’apparentamento per motivi di coincidenze temporali con i Barolo 2013, assaggiati nel medesimo contesto (l’evento Nebbiolo Prima-Grandi Langhe), ha assunto a tratti le sembianze di un confronto impietoso. Eccezion fatta per le “luci traccianti”…..



Vinitaly 2017: di curiosità e continuità

Vinitaly 2017: di curiosità e continuità

Di • 31 Mag 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Lamberto Tosi
Dopo la svolta sulla politica dei prezzi e sulle date, Vinitaly sta assumendo un aspetto meno caotico e più professionale. Difficile dire se questo possa portare ad un aumento della visibilità delle aziende verso il grande pubblico che, in qualità di consumatore finale, conserva un peso preponderante sulle dinamiche delle vendite



Barolo 2013, Barolo “aereo-dinamici”. Quinta parte: Castiglione Falletto e “più comuni”

Barolo 2013, Barolo “aereo-dinamici”. Quinta parte: Castiglione Falletto e “più comuni”

Di • 11 Mag 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Ultima puntata della lunga saga dedicata ai Barolo 2013. Attori principali, i vini di Castiglione Falletto, sottozona di pregio, e quelli le cui uve provengono da più comuni, la cui apparente vaghezza resta fortunatamente solo sulla carta, dal momento in cui questa categoria non è avara di conseguimenti interessanti



Barolo 2013, Barolo “aereo-dinamici”. Quarta parte: Serralunga d’Alba

Barolo 2013, Barolo “aereo-dinamici”. Quarta parte: Serralunga d’Alba

Di • 3 Mag 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Se c’è un caso in cui, più di altri, la disamina dell’annata ha fatto chiaramente intendere che si trattasse di Barolo “a lunga gittata”, nati cioè per resistere nel tempo, questi è il caso di Serralunga d’Alba



Barolo 2013, Barolo “aereo-dinamici”. Terza parte: Monforte d’Alba

Barolo 2013, Barolo “aereo-dinamici”. Terza parte: Monforte d’Alba

Di • 26 Apr 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Già lo annunciavamo le scorse puntate: che se non c’è stata sorpresa nel rintracciare fra i vari cru di Serralunga, Barolo o Castiglione Falletto molti dei vini migliori figli della vendemmia 2013, sorpresa vi è stata nello scoprire così felicemente accordati e sintonizzati sulle frequenze dell’equilibrio i Barolo provenienti da Monforte d’Alba



Barolo 2013, Barolo “aereo-dinamici”. Seconda parte: Barolo e Novello

Barolo 2013, Barolo “aereo-dinamici”. Seconda parte: Barolo e Novello

Di • 19 Apr 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Ed eccoci arrivati alla seconda puntata della saga dedicata ai Barolo 2013, la cui partecipata selezione è stata ricavata dalla impegnativa trasferta langarola “congiunta” a nome Nebbiolo Prima-Grandi Langhe. Protagonisti di oggi, i vini dei comuni di Barolo e Novello



È arrivato Ilbio, il primo vino biologico delle Cantine Lungarotti

È arrivato Ilbio, il primo vino biologico delle Cantine Lungarotti

Di • 19 Apr 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Farchioni
Nella tenuta Turrita a Montefalco certificata bio dal 2014, le Cantine Lungarotti di Torgiano, alle porte di Perugia, sono arrivate all’importante risultato del loro primo vino biologico, da uve sagrantino



Barolo 2013, Barolo “aereo-dinamici”. Prima parte: La Morra e Verduno

Barolo 2013, Barolo “aereo-dinamici”. Prima parte: La Morra e Verduno

Di • 12 Apr 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
ALBA (CN) – C’era molta attesa nei confronti della nutritissima compagine di Barolo 2013 che ci avrebbe fatto compagnia ad Alba (e dintorni) nell’ambito della kermesse congiunta e ben organizzata Nebbiolo Prima/ Grandi Langhe edizione 2017. E questo perché la nomea della vendemmia 2013 già si alimentava di un pregresso stimolante, ovvero dei Barbaresco usciti ai mercati l’anno scorso, sui quali non ci siamo risparmiati a tesserne le lodi..



Eccopinò 2017, ovvero ecco “i” Pinot

Eccopinò 2017, ovvero ecco “i” Pinot

Di • 5 Apr 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Luca Bonci
LICCIANA NARDI (MS) – Che i toscani siano razza dannata, litigiosa e individualista lo si sà. E’ quindi vano aspettarsi che un gruppo di vignaioli che coltivano le proprie vigne in remoti angoli della regione riesca a darsi una linea comune, per di più alle prese col “più fighetto” dei vitigni, il pinot noir



Con il nuovo Camboi di Castello di Meleto lunga vita alla malvasia nera

Con il nuovo Camboi di Castello di Meleto lunga vita alla malvasia nera

Di • 5 Apr 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Roberta Perna
“La riscoperta di vitigni autoctoni”: c’è a chi piace molto e già ad ascoltarne la storia va in brodo di giuggiole. E ci sono coloro ai quali, al solo sentirne parlare, viene l’orticaria, additando chi ne è portavoce come mercenario di una tematica ormai fin troppo abusata e retrò



Benvenuto Brunello 2017: 2015, una bella annata per il Rosso di Montalcino

Benvenuto Brunello 2017: 2015, una bella annata per il Rosso di Montalcino

Di • 5 Apr 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Farchioni
MONTALCINO (SI) – Il Rosso di Montalcino è l’espressione easy del sangiovese di uno dei più fortunati fra i tanti territori vocati alla viticoltura del nostro Paese. Affiancato al suo più impegnativo cugino, il Brunello, sempre più spesso riesce a non sfigurare ma anzi a soddisfare quella voglia di leggerezza che sembra caratterizzare il gusto degli enoappassionati da qualche anno a questa parte



Manifestazioni che fanno bene alla pancia e allo spirito: “Chianina e Syrah”, a Cortona

Manifestazioni che fanno bene alla pancia e allo spirito: “Chianina e Syrah”, a Cortona

Di • 29 Mar 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Roberta Perna
CORTONA (AR) – Ci sono manifestazioni enogastronomiche che vale la pena di raccontare, perché non fanno soltanto bene alla pancia, ma anche allo spirito. E che fanno conoscere ed amare un territorio



Brunello di Montalcino 2012: un’annata di luce che non ha escluso le ombre. Terza parte

Brunello di Montalcino 2012: un’annata di luce che non ha escluso le ombre. Terza parte

Di • 15 Mar 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Ed eccoci arrivati alla terza ed ultima puntata dedicata agli assaggi febbraiotti ilcinesi. Per completare (quasi) tutto lo scibile targato Brunello 2012. Peraltro, l’inflessibile e democratica disciplina dell’ordine alfabetico ha riservato a questa ultima sessione molti dei bicchieri migliori….



Vino Nobile di Montepulciano: l’annata 2014 e la Riserva 2013

Vino Nobile di Montepulciano: l’annata 2014 e la Riserva 2013

Di • 15 Mar 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Farchioni
Due annate assai differenti fra loro erano quest’anno presentate nella Fortezza di Montepulciano. L’annata 2014, valutata al tempo con tre stelle, è figlia di un andamento climatico assai problematico, e chi ha saputo o potuto fronteggiarlo con un lavoro costante ed accurato in vigna è riuscito a realizzare vini di buona fattura. Ma non deve essere stato affatto facile. E la 2013, valutata con quattro stelle



Terenzuola e i giorni della merla sui Colli di Luni

Terenzuola e i giorni della merla sui Colli di Luni

Di • 8 Mar 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Leonardo Mazzanti
Il titolo sembra quello di una favola di Esopo e invece Terenzuola è l’azienda vinicola di Ivan Giuliani mentre i giorni della merla, ossia gli ultimi tre giorni di gennaio, sono il periodo scelto da Ivan per un giorno di festa tra operatori e amici



Brunello di Montalcino 2012: un’annata di luce che non ha escluso le ombre. Seconda parte

Brunello di Montalcino 2012: un’annata di luce che non ha escluso le ombre. Seconda parte

Di • 1 Mar 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio • 3 commenti

di Fernando Pardini
Continua la sarabanda delle note di degustazione alle prese con i dialettici Brunello di Montalcino 2012, frutto dell’esperienza vissuta a Benvenuto Brunello 2017



Orgoglio Vernaccia di San Gimignano, vino bianco delle colline che guarda al mare

Orgoglio Vernaccia di San Gimignano, vino bianco delle colline che guarda al mare

Di • 1 Mar 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Farchioni
SAN GIMIGNANO (SI) – Orgoglio Vernaccia San Gimignano. Questo viene in mente ogni anno in occasione della presentazione delle nuove annate, corredata come sempre da sontuosa degustazione nella meravigliosa sala Dante del Palazzo dei Priori del borgo toscano (seguirà report, naturalmente)



Brunello di Montalcino 2012: un’annata di luce che non ha escluso le ombre. Prima parte

Brunello di Montalcino 2012: un’annata di luce che non ha escluso le ombre. Prima parte

Di • 22 Feb 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
MONTALCINO (SI) – L’attesa fremente riservata alla edizione 2017 di Benvenuto Brunello era dovuta al fatto che già da tempo si rincorrevano voci insistenti circa la straordinaria (inattesa?) qualità della vendemmia 2012, una vendemmia che in tutto il resto della Toscana, peraltro, non aveva sortito meraviglie