acquabuona.com - italian wine e-zine
Periodico di cultura enogastronomica - In rete dal 1999, per amor di terra

Testata registrata presso il Tribunale di Lucca - ISSN 1592-2855

 
 
Fratelli Cavallotto: grandi Barolo da grande famiglia


di Luca Bonci e Riccardo Farchioni

Cinque generazioni di Cavallotto hanno coltivato le vigne, sul Bricco Boschis a Castiglion Falletto. Era il 1948, la tormenta bellica era da poco passata, e Olivio e Gildo, fratelli, decisero che quello era il momento della svolta. Primi della loro zona chiusero la filiera produttiva, e da quel giorno le loro uve se le vinificarono e se le imbottigliarono. Un storia che continua grazie ai giovani e dinamici figli Olivio, Laura, Giuseppe e Alfio, raccontata anche dalle loro etichette, immancabilmente classiche, e dai loro vini che oggi come oggi rappresentano al meglio le virtù di Langa, che vorremmo poter racchiudere in due parole: nobiltà e fascino. E se non fosse troppo facile dirlo in questo momento, li qualificheremmo come inflessibili custodi della traduzione al punto che confessarono, come fecero qualche Vinitaly fa, di temere che i cambi climatici snaturassero lo stile dei loro Barolo.

In azienda si producono i vini tipicamente langhigiani, una gamma assai ampia: Freisa e Chardonnay, Grignolino, due crus di Dolcetto, Barbera, Pinot Nero, Nebbiolo e tre crus di Barolo. Di questi ultimi due sono stati oggetto dei nostri assaggi: Il Barolo Riserva Bricco Boschis Vigna San Giuseppe, nelle annate 1998 e 1999, e l'annata 1999 del Barolo Riserva Vignolo.

Barolo Riserva Bricco Boschis Vigna San Giuseppe 1998. Partiamo dall'annata 1998, ed è subito fascino, nei profumi finissimi di sottobosco e di ciliegia, dolci a loro modo, ossia di una dolcezza non ostentata o superficiale, ma piuttosto naturalmente e inevitabilmente collegata agli stilemi di una annata calda, e che consente al vino di presentarsi con grazia pur facendo sottintendere potenza e spessore. Nonostante i 14 gradi e mezzo, non è l'alcol che sentirete bevendolo, anzi, la bocca è fresca, tesa, magari senza la complessità delle annate migliori, ma senza nemmeno cali di sapidità e chiusa da un tannino come si deve: robusto, pur sempre di Barolo si parla, ma senza spigoli, senza secchezze, di seta. Sono passati oltre otto anni dalla vendemmia, e vi troviamo di fronte un vino in pieno slancio evolutivo, sicuramente da bere, in perfetto equilibrio, e chissà per quanti anni ancora.

Barolo Riserva Bricco Boschis Vigna San Giuseppe 1999. Stessa gradazione per l'annata successiva che si dice più grande. E come tante volte succede, le annate migliori chiedono pegno, e attesa. Non si apre subito il '99, non ci investe con i profumi maturi dell'annata precedente, mostra un po' di reticenza. Ma poi, piano piano, ecco che i profumi si delineano, si distendono, e si avverte una grandissima profondità espressiva, un susseguirsi lento di sensazioni diverse, uno sfoggio di complessità. E da questo momento è tutto in salita, con una bocca stratosferica, che cattura i sensi tutti, e non li lascia per lunghi interminabili secondi. Inebriante, di nuovo, il tannino, che sul corpo ancor più robusto di questa annata si inserisce senza discontinuità a chiudere in bellezza.

Che ci potevamo attendere dopo tutto questo? Forse avevamo sbagliato sequenza, antepondendo il Vigna San Giuseppe al Vignolo? Niente affatto, nella grandezza l'ordine c'entra poco, ed ecco infatti un Barolo Riserva Vignolo 1999 che non si scosta troppo dai precedenti. Anzi, se ancora, forse, non raggiunge la nobiltà dell'annata '98 del Vigna San Giuseppe, sfodera però una bocca talmente complessa e profonda ma anche esplosiva da far quasi pensare che sia questo il campione di famiglia. Da attendere, certo, come del resto il '99 appena assaggiato, ma da attendere trepidando, perché tanta decisione e struttura potrebbero farne veramente il Barolo del millennio, almeno in casa Cavallotto.


Fratelli Cavallotto
Tenuta vitivinicola Bricco Boschis
Via Alba-Monforte, Bricco Boschis
12060 Castiglione Falletto (CN)
Tel. 0173.62814
Fax 0173.62914
info@cavallotto.com
www.cavallotto.com

Degustazione svoltasi il 3 dicembre 2006

23 gennaio 2007

Immagini tratte dal sito aziendale

 
 

prima pagina | la parola all'agronomo | l'appunto al vino | l'articolo | in azienda | in dettaglio | en passant | affari di gola
presa diretta | mbud | rassegna | la cucina | appunti di viaggio | assaggiati per voi | visioni da sud | sottoscrivi | scrivici
acquabuona.com - italian wine e-zine