Fiori di zucca ripieni
di Maria Pelletti (mariapacquabuona.it)

Ma quanto sono belli i fiori di zucca? Se poi avete la possibilità di andarli a cogliere di mattina presto, quando ancora la rugiada li imperla e il calore del sole non li ha fatti richiudere, l'ispirazione per una bel piatto non vi mancherà di certo. Questi fiori di zucca ripieni uniscono il sapore deciso del fiore ad un classico ripieno a base di pane e formaggio, insaporito da un poco di mortadella di bologna.

Procuratevi dei fiori di zucca freschi e aperti, lavateli interi e adagiateli ad asciugare mentre preparate il ripieno. Per prima cosa ammorbidite il pane duro in un po' di latte bollente, poi schiacciatelo con una forchetta e mescolate il formaggio grattugiato e la mortadella tritata. Aggiungete un uovo e insaporite con un battuto di aglio e prezzemolo, sale e pepe. Il composto deve risultare abbastanza morbido, in modo da poter essere messo dentro ai fiori senza romperli.

Dopo aver riempito i fiori, fate un battuto grossolano di cipolla e copriteci il fondo di una padella antiaderente dove avrete versato due cucchiai d'olio di oliva. Adagiate i fiori sulla cipolla e fate rosolare a fuoco medio, avendo cura di ruotarli su ogni lato. Quando la cipolla e i fiori avranno assunto un colore dorato, aggiungete del pomodoro maturo in pezzi, salate e cuocete fino a far ritirare l'umidità.

Ingredienti per 4 persone:
25-30 fiori di zucca
una cipolla rossa e un grosso pomodoro maturo
olio di oliva, sale, pepe
per il ripieno:
pane raffermo, latte, prezzemolo, mezzo spicchio d'aglio
50 grammi di parmigiano, un uovo, un etto di mortadella di bologna tagliata alta

30 agosto 2004

Zucchini (o zucchine), zucca e fiori. Una sola pianta ci dona tre ingredienti fantastici. Non si riesce a capire come mai zucca sia sinonimo di insipido, tanto è il sapore che le parti di questa pianta riescono ad dare ad innumerevoli piatti. Certo è che, come al solito, dei frutti della natura bisogna goderne al momento giusto. Gli zucchini sono una delle verdure più facilmente reperibili, in ogni momento dell'anno. Sono facili da pulire, altrettanto da cucinare e fantasticamente insipidi (se non amari) se acquistati fuori stagione. Eppur si trovano tutto l'anno, senza neppure capirne la necessità, visto che la zucca, anzi le molte varietà di zucca, si conservano benissimo per tutto l'inverno, senza frigoriferi o conservanti, e sanno darci piatti sopraffini che mai ci faranno rimpiangere il gommoso invernal zucchino. Personalmente, la presenza di piatti a base di zucchini (per non parlare dei pomodori freschi) nel menù invernale di un ristorante basta già a farmelo iscrivere in una personale lista nera.

lb

Al ritorno dalla campagna

Al ritorno dalla campagna