Articoli per la parola chiave ‘Brunello di Montalcino’

I vini del mese e le libere parole. Settembre 2018

Di • 10 Ott 2018 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
All’insegna dell’eclettismo, ecco la nuova frontiera del bianco d’autore metter su casa nel Jurançon, ecco il Pinot Noir della Vallée che non ti aspetti ma c’è, ecco le Colline Lucchesi che battono un colpo (e che colpo) tanto per farci capire che ci sono anche loro, ecco la monumentale presenza di un nuovo Brunello dedicato ad un affetto ed ecco infine la strenua resistenza alle insidie del tempo offerta da un indomabile Sangiovese chiantigiano con il cuore d’altura. Cosa c’è di meglio, se non l’eclettismo, per le libere parole?



I vini del mese e le libere parole. Giugno 2018

Di • 18 Lug 2018 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
La sorprendente, inusuale liaison amoureuse fra vitigni aromatici e non, governata dall’anima profonda di un’isola del Mediterraneo; i ritorni del figliol prodigo sotto l’altare della purezza e del radicamento territoriale; i monumenti fatti vino e infine le riesumazioni, alle quali non avresti pensato mai.
Lipari, Barbaresco, Neive, Montalcino: le tappe obbligate per le libere parole.



Brunello di Montalcino Riserva 2012. A bocce ferme (impressioni d’estate)

Di • 27 Giu 2018 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Sul principiare dell’estate, ecco il punto sui Brunello Riserva 2012, l’annata attualmente in commercio. Fra luci ed ombre, ad una generalizzata piacevolezza, al senso dell’equilibrio e alla versatilità fanno da contraltare una dote tannica non sempre ineccepibile e uno stato evolutivo in taluni casi apparso un po’ avanzato. Non mancano però i primattori, e i vini da non mancare per niente al mondo.



I vini del mese e le libere parole. Marzo 2018

Di • 4 Apr 2018 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Marzo ha portato con sé freddo, pioggia e neve. E’ stato un mese generoso in questo. Niente di meglio per riscoprire il calor buono che può emanare da certi vini, niente di meglio che provarci con i rossi: monumentali (Salvioni), delicati (Poggio di Sotto), eroici ( Mandino Cane) o sognatori (Domaine de L’Arlot), sono stati loro la compagnia ideale per le libere parole.



Brunello di Montalcino 2013: da qui al futuro. Intro e seconda parte

Di • 1 Mar 2018 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Un’annata classica e “vecchia maniera”, di quelle che ormai non si trovano più, concretizzatasi in Brunello dialettici e da ascolto attento, vini di prospettiva, di grande freschezza (acida), apparentemente spigolosi ma brillantemente vitali. E se non tutte sono rose e fiori, c’è di che appassionarsi e gioire. Anche se una qualità più diffusa sarebbe una circostanza alquanto auspicabile, viste la nomea e il blasone…



Brunello di Montalcino 2013: da qui al futuro. Intro e prima parte

Di • 21 Feb 2018 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Un’annata classica e “vecchia maniera”, come quelle che non si trovano più. Concretizzatasi in Brunello dialettici e da ascolto attento, vini di prospettiva, di grande freschezza (acida), apparentemente spigolosi ma brillantemente vitali. E se non sono tutte rose e fiori, c’è di che appassionarsi. Anche se una qualità più diffusa sarebbe una circostanza alquanto auspicabile, viste la nomea e il blasone…



Il talento di Talenti e la riconquista della luce

Di • 23 Ago 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Se a Montalcino c’è una cantina i cui progressi qualitativi, da qualche vendemmia a questa parte, si sono tramutati in felice evidenza, questa è la cantina di Talenti. Con crescente regolarità, nei miei personali taccuini di degustazione i rossi di Riccardo Talenti ci hanno preso gusto ad insediarsi nei piani alti altissimi del bere bene ilcinese.



SanCarlo a Montalcino. Il richiamo della terra e il Brunello “antico” che non scordi

Di • 7 Giu 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
I vini, i loro vini, mi hanno condotto fin qui, a SanCarlo. Loro sono stati il pungolo e il viatico di una montante curiosità. Grazie alla schiettezza e al temperamento. E grazie a quella robustezza buona che ne accompagna fedelmente le trame, intrise di veracità e sapore



Vini d’Autore-Terre d’Italia, la quinta edizione si avvicina. Ecco i produttori e i vini in degustazione!

Di • 29 Mar 2017 • Rubrica: Senza categoria

Appuntamento a domenica 21 e lunedì 22 maggio per la quinta edizione di Vini d’Autore-Terre d’Italia, nelle belle sale dell’Una Hotel Versilia di Lido di Camaiore. 80 produttori, 400 vini da tutto lo stivale. Una prestigiosa, eclettica e per niente scontata compagine di vignaioli, vini e vitigni da nord a sud



Sanlorenzo a Montalcino, una storia giovane e autenticamente contadina. E una verticale di Bramante fra passato e futuro

Di • 29 Mar 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Anche nella sfavillante contemporaneità della Montalcino vitivinicola esistono storie contadine i cui attori sono reali contadini. Magari da generazioni. L’avreste detto mai? Merce rara, mi si ribatterà, eppure è così: può accadere



Brunello di Montalcino 2012: un’annata di luce che non ha escluso le ombre. Terza parte

Di • 15 Mar 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Ed eccoci arrivati alla terza ed ultima puntata dedicata agli assaggi febbraiotti ilcinesi. Per completare (quasi) tutto lo scibile targato Brunello 2012. Peraltro, l’inflessibile e democratica disciplina dell’ordine alfabetico ha riservato a questa ultima sessione molti dei bicchieri migliori….



Brunello di Montalcino 2012: un’annata di luce che non ha escluso le ombre. Seconda parte

Di • 1 Mar 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Continua la sarabanda delle note di degustazione alle prese con i dialettici Brunello di Montalcino 2012, frutto dell’esperienza vissuta a Benvenuto Brunello 2017



Bere bene a Montalcino è facile. Ma mangiare? Ecco, Il Giglio ti risolve i problemi

Di • 30 Nov 2016 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Fernando Pardini
….accade quindi che quel posto cui vi accennavo, e al quale ben volentieri ritorno ogni volta che posso, si stagli con merito nel panorama gastronomico (non sempre esaltante) dei luoghi. Dissimulando le proprie potenzialità sotto le insegne apparentemente “innocue” di un piccolo albergo a conduzione familiare situato in pieno centro cittadino: Il Giglio si chiama, Il Giglio è il suo nome.



BaroloBrunello, i due alti versanti del vino italiano/2: dalla parte del Brunello di Montalcino

Di • 2 Nov 2016 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Farchioni
Barolo e Brunello di Montalcino sono curiosamente accomunati da un dato numerico che è poi all’origine di tutto: il numero degli ettari occupati dai vigneti dedicati ai due grandi vini, circa duemila. Per il resto, storie diverse



BaroloBrunello, i due alti versanti del vino italiano/1: dalla parte del Barolo

Di • 12 Ott 2016 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Farchioni
Nel Paese dei dualismi ci sarà posto per caso anche per quello fra Barolo e Brunello di Montalcino? Sia come sia, assaggiare in sequenza tanti di questi grandissimi vini, confrontando vitigni, stili e territori è un godimento assoluto. Succede a BaroloBrunello: questi sono gli appunti dell’edizione 2015, ma il 12 e 13 novembre arriva quella nuova, a Montalcino



Benvenuto Brunello 2016 parte prima – Brunello Riserva (e selezioni) 2010

Di • 9 Mar 2016 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Prende il via con questo pezzullo l’imperiosa, nutritissima e fors’anche inquietante raccolta di appunti di degustazione ricavati da Benvenuto Brunello 2016 (e dintorni), la celebre kermesse organizzata ogni anno a Montalcino dal locale consorzio di tutela per presentare in anteprima a stampa ed operatori le nuove annate dei vini di territorio



Christmas time: i vini (più) sorprendenti del 2015. E perché. Seconda parte

Di • 6 Gen 2016 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Eccoci all’ultima parte dedicata ai vini (più) sorprendenti d’Italì. Dal Friuli al Veneto, dalla Liguria alla Toscana, dalle Marche all’Abruzzo, giù giù fino alla Calabria e alla Puglia. Mille colori, e mille accenti diversi, per cominciare al meglio l’anno nuovo. Se non altro, fuor d’ovvietà



Montalcino in verticale/Canalicchio di Sopra: di austerità e fierezza

Di • 4 Nov 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
A Montalcino, e su Montalcino, si può dire di tutto e fare le pulci a ‘gnicosa. Ma quando hai a che fare con Canalicchio di Sopra della famiglia Ripaccioli il tutto mirabilmente si ricompone attorno a una idea finalmente condivisa e rappacificante: ci parla di coerenza interpretativa, rigore stilistico e identità



La prospettiva del bufalo 2015. Vini fuori dal coro: Toscana

Di • 7 Ott 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Ed eccoci arrivati alla Toscana e alla sua sterminata proposta enoica. Dalla quale estrarre nomi outsider o vini “via dalla pazza folla” è un esercizio stimolante, divertente, istruttivo, sempre foriero di possibilità e di sorprese.



Brunello di Montalcino 2010: un’annata da interpreti. E da interpretare

Di • 11 Mar 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
MONTALCINO (SI) – Quanta attesa, ma che attesa! Non ricordavo un’attesa così da anni. L’agognato appuntamento coi Brunello della celebratissima annata 2010 ha assunto toni e aspettative da incontro epico e amoroso, di quelli imperdibili, da sentirsi male qualora esclusi o impossibilitati ad andare.