Articoli per la parola chiave ‘Lunigiana’

Che cavolo!!… a L’Armanda di Castelnuovo Magra

Di • 20 Giu 2013 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Francesca Ciuffi
Un bel cagnone si presenta alla porta nel varcare la soglia di questa interessante trattoria a Castelnuovo Magra, l’Armanda, ed è già un buon invito a sostare



La rinascita della Lunigiana attraverso testaroli e panigacci

Di • 23 Mar 2011 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Irene Arquint
Si dice “in bocca al lupo” per augurare un lieto fine. E che crepi, sia inteso! Così si sa: chi nasce lupo, non muore agnello… e anche se perdesse il pelo, beh lasciamo ogni speranza in fatto di vizio. Inoltre quando le previsioni meteo non consentono illusioni, il tempo sarà da lupi. E in fatto di gola va da sé che il tanto appetito, nasconde una fame da…



Seguendo la gola… un assaggio di Lunigiana

Di • 30 Set 2010 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Maria Lucia Nosi
Di solito la gola per noi donne assume sempre le forme di calorie che si adagiano sulle parti sbagliate del corpo o condanne di diete a seguito di qualche piccolo grande cedimento ai piaceri del palato. Tuttavia, alle volte essa può essere una vera e propria ancora di salvezza, una via di fuga da una realtà deprimente



Azienda-agriturismo Casteldelpiano: un gioiello seducente e misterioso

Di • 16 Ago 2010 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Vincenzo Zappalà
La Lunigiana è celebre per i suoi castelli, gli antichi borghi e i paesaggi montani costellati di boschi fittissimi e vaste praterie. Ma anche gli amanti dell’enogastronomia troveranno sorprese preziose e inaspettate. Prima fra tutte, almeno per me, l’affascinate agriturismo-castello Castel del Piano gestito con passione, allegria e dedizione dai simpaticissimi Sabina e Andrea



China Clementi, quando spirito e corpo gioiscono all’unisono

Di • 29 Apr 2009 • Rubrica: Affari di gola

di Leonardo Mazzanti
L’origine del nome scientifico della china – chinchona – è dovuto ad una simpatica storiella, esempio della casualità di tante scoperte effettuate dall’uomo grazie al suo spirito d’osservazione. Leggenda narra che nella prima metà del diciassettesimo secolo la contessa di Chinchon, moglie del viceré del Perù, soffrisse di febbri malariche



Aria pulita

Di • 25 Lug 2008 • Rubrica: Attualità e idee

di Fernando Pardini E’ un periodo affollato. Meglio, affannato. Gli assaggi guidaioli si susseguono di gran lena e non riesco così a trovare il tempo per scrivere (di altro) come vorrei. Schiacciato dagli impegni, peraltro pieni di suggestioni, accade che la vertigine delle degustazioni e delle ripetute trasferte impongano ritmi inconsueti anche al cervello, ormai […]