Articoli per la parola chiave ‘vini francesi’

I vini del mese e le libere parole. Settembre 2018

Di • 10 Ott 2018 • Rubrica: In copertina

di Fernando Pardini
All’insegna dell’eclettismo, ecco la nuova frontiera del bianco d’autore metter su casa nel Jurançon, ecco il Pinot Noir della Vallée che non ti aspetti ma c’è, ecco le Colline Lucchesi che battono un colpo (e che colpo) tanto per farci capire che ci sono anche loro, ecco la monumentale presenza di un nuovo Brunello dedicato ad un affetto ed ecco infine la strenua resistenza alle insidie del tempo offerta da un indomabile Sangiovese chiantigiano con il cuore d’altura. Cosa c’è di meglio, se non l’eclettismo, per le libere parole?



I vini del mese e le libere parole. Maggio 2018

Di • 13 Giu 2018 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Assieme ai vini i luoghi, e quando i luoghi sono autentici avamposto a cui fai fatica ad associare un tempo, ché quasi il tempo gli appartiene, la suggestione e la potenza evocativa possono fare la differenza. Così è per il castello di Argiano (Montalcino), così è per Fosse-Séche (Saumur).
Eppoi the other side of Nebbiolo, perché il mese di maggio mi ha spinto ad esplorare un po’ più a fondo Nord Piemonte e Valtellina, coinvolgendo lo spirito e le libere parole. Ne è valsa la pena.



Un tranquillo weekend nella Champagne/parte seconda

Di • 4 Gen 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Leonardo Mazzanti
Svegliarsi alla periferia di Epernay, accarezzati dal sole di una fresca mattina mirando la campagna e le vigne circostanti ancora scintillanti di rugiada, ti mette dell’umore giusto per affrontare un’altra “dura” giornata, senza perdere l’occasione di fare due passi in centro, specialmente lungo la Avenue de Champagne



C’è vita su Marte! Clos de la Roche ’99 Rousseau e Château Montrose 2000 sono ossigeno puro

Di • 7 Dic 2016 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Non si tratta di etichette “a caso” e non so dirvi se la loro nomea vada inquadrata nel segno dell’elettiva esclusività o dell’ovvietà. Ammesso e non concesso che la strabiliante qualità di un sorso possa definirsi “ovvia”, dal momento in cui te l’aspettavi. Ma credo che questo arzigogolo mentale conti poco, oggi. Quello che conta è il risultato terapeutico



Un tranquillo weekend nella Champagne/parte prima

Di • 30 Nov 2016 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Leonardo Mazzanti
A dire il vero la prima tappa del lungo viaggio in macchina è stata Eguisheim, piccolo e carinissimo paese medievale nel cuore dell’Alsazia. Una sosta quasi obbligatoria per la bellezza del paesaggio e per le specialità enogastronomiche locali, su tutti il foie gras e i particolari vini dalla bassa gradazione



Un tranquillo weekend nella Champagne/parte seconda

Di • 4 Gen 2016 • Rubrica: Senza categoria

di Leonardo Mazzanti
Svegliarsi alla periferia di Epernay, accarezzati dal sole di una fresca mattina mirando la campagna e le vigne circostanti ancora scintillanti di rugiada, ti mette dell’umore giusto per affrontare un’altra “dura” giornata, senza perdere l’occasione di fare due passi in centro, specialmente lungo la Avenue de Champagne



Vini della valle del Rodano focus/3: Cornas

Di • 11 Mag 2012 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Claudio Corrieri
Cornas è una denominazione vinicola straordinaria che si trova nel dipartimento dell’Ardèche, lungo la riva destra del Rodano settentrionale. L’area di produzione si estende su 116 ettari, tutti compresi nel comune di Cornas (dal celtico “terra bruciata”), piccolissimo comune di soli 2300 abitanti.



Vini della Valle del Rodano focus/2: Condrieu

Di • 26 Apr 2012 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

In Italia non è sicuramente una denominazione molto conosciuta. Se pensiamo che alla fine degli anni ’60 del secolo scorso stava letteralmente scomparendo, se non fosse stato per la caparbietà di una manciata di vignaioli, si comprendono bene la questione e il senso…..



Valle del Rodano focus/1: Rodano del Nord – Côte Rotie

Di • 5 Apr 2012 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Claudio Corrieri
L’occasione per approfondire la conoscenza dei vini della Valle del Rodano, per di più in loco, è arrivata grazie all’invito dei valenti organizzatori di un evento molto importante ormai giunto alla sua sesta edizione: “Découvertes en Vallée du Rhone”…..



Diario di Bordò: Bordeaux Primeurs 2010 Experience. Pauillac, a due passi dall’oceano

Di • 21 Dic 2011 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
BORDEAUX (FRANCIA) – Pauillac è una macchia color bianco sporco sulla fedina della Gironda, un imbarcadero stanco sotto il sole atipico e implacabile d’aprile, un attracco del caso per la malinconia.Ci sono poche chiatte ad inventarsi una rotta oggi, e solitarie gomene attorcigliate su se stesse come serpi dormienti, senza più prede (o barche) da trattenere.



Diario di Bordò. Bordeaux Primeurs 2010 Experience. Secondo giorno: cari, vecchi mostri del Médoc

Di • 12 Lug 2011 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
BORDEAUX (FRANCIA) – Iniziano da oggi le gite scolastiche. Istruttive prima ancora che ludiche. A far pratica di esclusività. Non ho con me il grembiule, ma la cartellina sì. Meta prevista: gli château più prestigiosi del Médoc (in parte, altri seguiranno nei prossimi giorni). Quelli che si fanno desiderare. E che non presentano la loro campionatura alle degustazioni cumulative del mattino



Diario di Bordò – Bordeaux Primeurs 2010 experience. Secondo giorno: Haut Brion e i suoi fratelli

Di • 9 Giu 2011 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
BORDEAUX (FRANCIA) – Un’altra cosa che ho imparato bene fin dalla prima alzataccia mattutina nel Médoc è che le latitudini non scherzano. Eccome se non scherzano. Tanto da dominare notte e giorno. E i ritmi stessi di noi umanoidi, impegnati nello spazio angusto di una vita a seguire fedelmente quel che ci detta l’infinito alternarsi di buio e luce. Tutto ‘sto prembolo esistenziale per dire che alle 6 del mattino, ad aprile, nel Médoc, è proprio buio



Diario di Bordò. Bordeaux Primeurs 2010 experience. Prima giornata: misto griglia

Di • 25 Mag 2011 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
BORDEAUX (FRANCIA) – Pioggia leggera ed inconcludente stamattina, ché ha voglia di smettere, lo senti. La terra rinnova volentieri i suoi profumi ma ci vorrebbe più luce per incorniciare l’incanto architettonico di Saint Emilion, di gran lunga il borgo più affascinante che ho incontrato in questa trasferta d’Aquitania



Diario di Bordò. Bordeaux Primeurs 2010 experience. Premesse (o conclusioni)

Di • 15 Mag 2011 • Rubrica: Attualità e idee

di Fernando Pardini
O delle cinque giornate di Bordeaux. E di come una intensa trasferta d’Aquitania, a tratti persino trafelata (e non solo per il gran caldo), possa rinfrescare pensieri enoici precostituiti per tracciare rotte nuove, dubbi inclusi. Di come ci si possa sentire di fronte al mito bordolese e alla sua inarrivabile grandeur (ma sarà proprio così?). In fondo, del bianco e del nero che c’è in ogni cosa, in ogni pensiero e in ogni mondo



Sud de France ed Italia: vini in degustazione comparativa

Di • 14 Apr 2010 • Rubrica: Il vino in dettaglio

di Paolo Rossi
MILANO – La Maison de la Région Languedoc-Roussillon di Milano è molto attiva nella promozione dei vini della Francia meridionale; abbiamo avuto già modo di seguire alcune presentazioni di prodotti, e colpisce favorevolmente la capacità di differenziare gli eventi, dando modo ogni volta di apprezzare al meglio i vini



Bianchi IGP di Languedoc-Roussillon. Il Nuovo Mondo francese

Di • 30 Set 2009 • Rubrica: Il vino in dettaglio

di Paolo Rossi
MILANO – Anche la Francia ha il suo Nuovo Mondo enologico. Ma, si chiederanno in molti, come è possibile, con tutta quella tradizione? Con i prezzi sullo scaffale che raggiungono i vini francesi? Forse si tratta di un gioco di parole, ma così sono stati presentati i vini di 33 domaines di Languedoc e Roussillon