Digita una parola o una frase e premi Invio

Azienda Agraria Hispellum (Spello – PG)

L’ azienda agraria Hispellum, situata nel comune di Spello in provincia di Perugia, produce dai suoi oliveti l’olio extravergie monocultivar di Moraiolo Terre Rosse. Presentato in una bottiglia verde scuro da 500ml, l’olio è prodotto con metodo tradizionale discontinuo per avere, a detta del produttore, una spremitura più soffice. Il moraiolo è una varietà molto antica nel centro Italia, essa è documentata già nella fine del medioevo e pare giunga in Italia dal vicino oriente per opera di monaci provenienti dalla Grecia e da Costantinopoli, i quali coltivavano i loro uliveti togliendo i sassi che incontravano e che utilizzavano per costruire i muri, dividendo in tal modo le varie proprietà: da muri, in dialetto mori, si è giunti a muraioli o moraioli.

I terreni dell’azienda sono posti a 400-500 metri di altitudine con esposizione sud e caratterizzati da terre sassose e rosse da cui il nome dell’olio. La raccolta, che avviene esclusivamente a mano, delle piccole olive di moraiolo (circa 1 grammo), avviene in uno stadio di maturazione ottimale ed è seguita entro 24 ore dalla molitura che, come si è detto, avviene con metodo tradizionale in un frantoio della zona.

L’olio si presenta con un fruttato medio su note di oliva verde-matura con sentori anche di cardo. L’olio è caratterizzato al naso da una buona persistenza dell’odore con note sempre fresche ed invitanti.

Il gusto, avvolgente all’inizio, si fa rapidamente deciso nelle note di piccante prima, poi di amaro mediamente intenso, ma persistente, che caratterizza bene l’aspetto gustativo. Nel complesso un olio sicuramente varietale e caratteristico che deve trovare in cucina una sua collocazione ben precisa, con pietanze dai sapori intensi e capaci di sostenere la forte personalità di questo prodotto di qualità sicuramente elevata.

Azienda Agraria Hispellum
Via V.Rosi, 42
06038 Spello PG
tel/fax 0742 302274
info@hispellum.com
www.hispellum.com

Assaggiato l’8 marzo 2008
Scheda di Lamberto Tosi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *