Giovedi 26 gennaio, Hotel Michelangelo di Milano: “AUTOCTONO SI NASCE …” Atto nono!

0
11025

L’associazione Go Wine inaugura l’anno 2017 a Milano con l’ormai tradizionale appuntamento dedicato ai vini autoctoni italiani: una serata di degustazione in cui sarà possibile conoscere ed apprezzare una selezione importante di vini da vitigni autoctono, con alcune etichette rare o comunque poco conosciute. Il riferimento è legato al libro “Autoctono si nasce…” pubblicato anni fa da Go Wine Editore e ad altre iniziative che hanno sempre visto l’associazione privilegiare la cultura e la comunicazione a favore dei vitigni-vini di territorio.

Le sale dell’Hotel Michelangelo – Piazza Luigi di Savoia, 6, presenteranno un banco d’assaggio con una qualificata selezione di aziende italiane direttamente presenti; un’enoteca completerà il panorama della degustazione.

… Un’importante selezione di vini, espressione di terroir nascosti e dai sapori nuovi, per un irripetibile viaggio tra i più insoliti e rari autoctoni italiani.

Programma:

Ore 16,00 -18,30: Anteprima: degustazione riservata esclusivamente ad un operatori professionali (giornalisti, enoteche, ristoranti, wine bar)

Ore 18,30 – 22,00: Apertura del banco d’assaggio al pubblico di enoappassionati

Nel corso della serata breve conferenza di presentazione

Al banco d’assaggio:

Baglio Aimone – Petrosino (Tp); Benforte – Cupramontana (An);
Bottega del Vino Crota d’Caloss – Calosso (At);
Bricco Maiolica –  Diano d’Alba (Cn); Bugno Martino – San Benedetto Po (Mn);
Cantina Mosparone – Pino d’Asti (At); Cantina Trexenta – Senorbi (Ca);
Cantine San Marzano – San Marzano di San Giuseppe (Ta);
Casa Maschito – Maschito (Pz); Cascina Castlet – Costigliole d’Asti (At);
Cascina Gilli – Castelnuovo Don Bosco (At); Cascina Gnocco – Mornico Losana (Pv);
Pietro Cassina – Lessona (Bi); Cennerazzo – Torrioni (Av);
Cipressi Claudio – San Felice del Molise (Cb);  Marisa Cuomo – Furore (Sa);
D’Alfonso del Sordo – San Severo (Fg); De Tarczal – Isera (Tn);
Enzo Mecella – Fabriano (An); Faverzani – San Colombano al Lambro (Mi);
Feudi di Guagnano – Guagnano (Le);
Hollborn di Giovanni Brignolio – Moncalvo (At);
Lama di Rose – Crispiano (Ta); La Masera – Settimo Rottato (To);
La Tribuleira – Santo Stefano Belbo (Cn);
Le Piane – Boca (No); Le Strie – Teglio (So);
Lucchetti – Morro d’Alba (An); Mancinelli – Morro d’Alba (An);
Marengoni Silvio, Lino & Flavio – Ponte dell’Olio (Pc);
Marinig – Prepotto (Ud); Montariolo – Alfiano Natta (Al);
Quota33 – Morro d’Alba (An); Rebollini – Borgoratto Mormorolo (Pv);
Rivetti Mario – Alba (Cn); San Salvatore – Giungano (Sa);
Scubla Roberto – Premariacco (Ud); Francesco Spadafora – Palermo;
Stanig – Prepotto (Ud); Tamburnin – Castelnuovo Don Bosco (At);
Tenuta I Gelsi – Rionero in Vulture (Pz);
Emilio Vada – Coazzolo (At); Vigna Petrussa – Prepotto (Ud).
Selezione di Ruchè di Castagnole Monferrato, a cura del Consorzio di Tutela.

Con la partecipazione di Oleificio Lu Trappitu – Campobello di Licata (Ag)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here