Digita una parola o una frase e premi Invio

I vini di una cena di cacciagione

Durante una goduriosa cena di cacciagione, che ha spaziato dalla piuma al pelo (e altro…), sono state stappate svariate bottiglie. Tra queste segnalo quelle in foto: il Brunello di Baricci ha saputo coniugare perfettamente potenza ed eleganza, gran vino; il Barolo di Guido Porro era inizialmente chiuso, squilibrato sull’alcol, ma alla lunga ha rivelato tutta la pregevole austerità e classe di questo nobile vitigno; la Barbera di Ada Nada sentiva un po’ il peso degli anni ma la tipica acidità spinta del vitigno ha svolto egregiamente il compito richiestogli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *