Digita una parola o una frase e premi Invio

Il Parco di Villa Grey a Forte dei Marmi

Sgombro marinato

La Versilia si fregia di una nuova tavola d’autore: il Parco di Villa Grey.

Ai fornelli il carrarino doc Nicola Gronchi, in precedenza capo cuoco al Bistrot di Forte dei Marmi.

A pochi giorni dall’apertura la sua cucina è già ben a fuoco: i piatti sono pieni di sapore, equilibrati, con l’ingrediente principale sempre in primo piano.

Spettacolari le cotture del rombo chiodato, dal morso saldo e succoso, della triglia che gioca sulla sensazione del cotto non cotto, e dello sgombro marinato (e scottato) che regala una esplosione di gusto.

I bottoni di astice blu, calamaretti spillo, emulsione di fegato di calamaro e consommé di astice è un primo piatto da far sobbalzare sulla sedia: consistenze e sapori da applauso.

Gli spaghetti aglio e olio con gamberi biondi cotti e crudi, polvere di olive e bottarga sono il trionfo della gola, senza togliere incisività ad una complessità che si dipana in dettagli cangianti.

Deliziosa la panna cotta alle fragole.

Siamo già di fronte ad una grande cucina che, al netto di sviste e ritardi da parte “des inspecteurs”, farà brillare il cielo della Versilia con una stella in più.

___§___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *