Helpless

0
11585

C’erano diverse cose che non mi aspettavo, come la scritta 12° su una etichetta di rosso a base nebbiolo, o che l’epitome dell’eleganza potesse essere contenuta – e al contempo esaltata- in un profilo tanto ossuto, fragile e indifeso.

Dentro questo vino ci stanno nebbiolo (in prevalenza), vespolina e uva rara. Sa della terra sua, ne coglie l’anima e lo fa con innata naturalezza, senza filtri, senza intermediazioni. Forse ne avevo bisogno io, ma commuoversi mi è venuto facile, come un atto dovuto.

FERNANDO PARDINI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here