Il 6 settembre a Nesente (VR): Valpolitech, dedicato all’innovazione green

0
10234

Spazio a software per gestire le operazioni in cantina anche a distanza tramite smartphone, a soluzioni tecnologiche per vinificazioni alla massima efficacia e per la riduzione dei solfiti, fino a strumenti analitici adatti alle piccole realtà e rilevatori di CO2, indispensabili per la sicurezza dei lavoratori in cantina.

“Valpolitech rappresenta la naturale prosecuzione del percorso intrapreso dal Consorzio con il progetto RRR (Riduci, Risparmia, Rispetta). Sostenibilità è oggi una parola chiave che coinvolge territorio, produzione, prodotto e mercato; una nuova consapevolezza che porta il Consorzio a rispondere alle esigenze sempre più specifiche, anche da parte delle aziende, in tema di formazione, informazione e innovazione” spiega Olga Bussinello, direttore del Consorzio.

Parallelamente, nell’arco della giornata anche due seminari tematici a cura de L’Informatore Agrario: “Stabilizzare e proteggere il colore in macerazione con la microssigenazione” (ore 14.00) condotto dal consulente ed enologo Mauro de Paola e “Uve in appassimento: come controllare la microbiologia” (ore 15.30) con Tiziana Nardi del Crea di Conegliano.

A seguire, infine, “Anteprima Vendemmia” (ore 17.00), con un focus sulla vendemmia e sul mercato. In primo piano anche lo stato fitosanitario e le curve di maturazione delle uve, con aggiornamenti sull’Elenco Regionale Vigne e sui controlli alla luce dei nuovi disciplinari di produzione dei vini della Valpolicella.

L’evento è organizzato in partnership con: Agricola Moranda di Capurso, Cantina 4.0, L’Informatore Agrario

Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella

 Nato nel 1924 è una realtà associativa che comprende viticoltori, vinificatori e imbottigliatori della zona di produzione dei vini della Valpolicella, un territorio che include 19 comuni della provincia di Verona. La rappresentatività molto elevata (80% dei produttori che utilizzano la denominazione) consente al Consorzio di realizzare iniziative che valorizzano l’intero territorio: il vino e la sua terra d’origine, la sua storia, le tradizioni e le peculiarità che la rendono unica al mondo. Il Consorzio annovera importanti ruoli istituzionali: si occupa della promozione, valorizzazione, informazione dei vini e del territorio della Valpolicella, della tutela del marchio e della viticoltura nella zona di produzione dei vini Valpolicella, della vigilanza, salvaguardia e difesa della denominazione. L’area di produzione è molto ampia ed è riconducibile a tre zone distinte: la zona Classica, (Sant’Ambrogio di Valpolicella, San Pietro in Cariano, Fumane, Marano e Negrar); la zona Valpantena, comprendente l’omonima valle; la zona DOC Valpolicella, con Verona, Illasi, Tramigna e Mezzane. Le varietà autoctone che danno vita ai vini delle denominazioni vini Valpolicella sono: Corvina, Corvinone, Rondinella e Molinara. I vini della denominazione sono il Valpolicella doc, il Valpolicella Ripasso doc, l’Amarone della Valpolicella e il Recioto della Valpolicella entrambi docg.

L'AcquaBuona

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here