A Viverone un ristorante inaspettato e un naturalissimo San Luigi

0
10152

Sul bel lago di Viverone, baricentrico tra Biella, Ivrea e Santhià, un ristorante che sul momento non mi attirerebbe. Il nome: Viver One (penso pronunciato Viver uan), il sottotitolo, Restaurant & Pizza, potrebbero indurre a catalogarlo come facile ristoro per turisti lacustri. Sbagliavo. Si mangia anche pizza, sì, e il menù è un po’ dicotomico, visto che per metà rispecchia quello di un buon ristorante di mare ligure (e infatti il cuoco viene da quella esperienza), ma non mancano grandi fondamentali di cucina piemontese, a cominciare dalle paste, fatte in casa. Ecco i tajarin, gli agnolotti al ristretto di brasato e le fettuccine al grano saraceno con i porcini freschi.

Né può mancare un ottimo vitello tonnato o un sottofiletto ai porcini e al castelmagno… e tanto altro ancora, come da menu.

Non amplissima ma bella anche la carta dei vini, dai ricarichi più che onesti. Scegliamo il San Luigi Dogliani 2018 di Pecchenino. Un vino che non esiterei a definire naturale, ora che è così di moda, ma senza tanti suffissi, senza tante certificazioni, senza tante magie. In retroetichetta il produttore dichiara il ridotto utilizzo della chimica, l’utilizzo di fermentazione spontanea… non basta? Nel bicchiere basta e avanza. Un frutto spontaneo, una bocca primaria, una varietalità che non ti puoi sbagliare, una beva pericolosa (specialmente se poi devo guidare). Bello il lago di Viverone, sotto il sole di ottobre, dopo un buon pasto e un buon vino.

Viver One Restaurant & Pizza
Tel. +39 0161 987161
www.ristoranteviverone.it

Luca Bonci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here