I piatti di Beatrice Segoni e la pizza di “Vincenzino” D’Anetra: la nuova anima del Canto de’ Nelli a Firenze

0
9886
Beatrice Segoni

Incastonato fra la chiesa di San Lorenzo e le cappelle Medicee, da oltre 13 anni il ristorante pizzeria Canto de Nelli, a Firenze, apre ogni giorno le sue porte ai clienti. Ma adesso lo fa mostrando un’anima totalmente nuova: sotto c’è lo zampino della titolare Irene Bisio, che al Covid ha reagito con grinta e tenacia, e della chef Beatrice Segoni, che per molti anni ha lavorato al ristorante Borgo San Jacopo della famiglia Ferragamo, per poi trascorrere gli ultimi anni “italiani” al ristorante Konnubio, sempre a Firenze.

Da pochi giorni Beatrice è volata a Dubai, dove resterà qualche anno per una nuova avventura lavorativa, ma prima di partire ha voluto regalarci un luogo dove assaporare alcuni dei suoi piatti storici difficili da dimenticare, cucinati oggi dal nuovo chef del Canto de’ Nelli, Abdul Hoque, per oltre 20 anni suo braccio destro a Borgo San Jacopo e Konnubio.

È così che in carta, per chi conosce la cucina della Segoni, si ritrovano piatti che hanno fatto la sua storia, come la Panzanella croccante e gamberi, un piatto fresco, gustoso e ben calibrato, i famosi e indimenticabili Tortelli di ossobuco alla fiorentina, burrata e fondo di bue in cui la sapienza della pasta fresca si mixa armoniosamente con l’antica tradizione toscana e con la creatività, e la Coda di rospo in Potacchio, ricetta che coccola e ricorda le radici marchigiane della chef. Nella selezione di pani che vengono serviti a tavola si ritrovano la schiaccia, morbida, saporita e confortevole, e i piccoli panini al formaggio a cui è impossibile rinunciare, da che “uno tira l’altro”.

Oltre ai piatti di Beatrice, in menù entrano golose pietanze che fanno la corte anche a chi è alla ricerca di antichi sapori made in Italy, come la Parmigiana di melanzane, la Carbonara (fatta con spaghettone Verrigni e guanciale, cremosa e ben equilibrata), i Pici al ragù di cinta senese, i Coccoli crudo e stracchino, la tagliata e la bistecca, la torta di mele e i cantucci con il Vin Santo.

Altra grande novità riguarda la pizza: qui, dal 16 settembre, ad impastare, far lievitare, farcire, infornare e sfornare c’è Vincenzino, storico pizzaiolo di Caffè Italiano a Firenze. È proprio a Vincenzo D’Anetra che si deve, anni e anni fa, l’arrivo a Firenze della prima vera pizza napoletana, che da metà settembre riproporrà ogni giorno al Canto de’ Nelli, coadiuvato da un forno a legna, vera legna, che gli consentirà di portare avanti la sua atavica passione. Nel menù si riscopriranno i classici come la Margherita, la Napoli, la Marinara, ma via via ci saranno anche dei fuori menù con pizze gourmet e le montanarine, pizza fritta farcita con pomodoro, parmigiano e/o mozzarella.

Ad accompagnare gli ospiti a tavola, in questo nuovo lucente viaggio enogastronomico, c’è Fabio, che di voglia di fare ne ha da vendere, tanta quanta la simpatia e il desiderio di far star bene chi ha deciso di sedersi al Canto de’ Nelli, a pranzo o a cena, tutti i giorni della settimana. Ed è ancora Fabio ad occuparsi della selezione dei vini, ancora un po’ “scolastica” nella forma e nella sostanza, anche se evidenzia la volontà di non lasciare niente al caso, di crescere e di migliorare, e visto l’entusiasmo pensiamo che ci riuscirà.

I prezzi sono più che accattivanti e l’ambiente, se sotto qualche aspetto ricorda ancora la sua vecchia anima turistica, risulta nel complesso piacevole, con un’ampia sala suddivisa in più spazi più o meno appartati, due al piano inferiore per eventi privati e tavoli all’esterno per mangiare avvinti dall’atmosfera di uno dei quartieri più tipici di Firenze, il mercato all’aperto di San Lorenzo.

Canto de’ Nelli – Via del Canto dei Nelli, 22/R, 50123 Firenze FI

___§___

Roberta Perna

Roberta Perna (perna@acquabuona.it): del cibo e del vino non potrei proprio farne a meno ed è così che sulle mie due più grandi passioni ho costruito il mio lavoro e la mia vita. Sono socia di Studio Umami (www.studioumami.com) e titolare di Roberta Perna (www.robertaperna.it), due agenzie specializzate nell’ufficio stampa, nella comunicazione e nell’ideazione ed organizzazione di eventi enogastronomici, sono giornalista pubblicista e sommelier diplomata Fisar. Collaboro da anni con diverse testate di settore come Bargiornale e Ristoranti Imprese del Gusto ed ho due blog, uno che si chiama Roberta Perna ed uno, fondato con altre colleghe giornaliste, “Alla nostra portata”. Insieme a Studio Umami organizzo Life of Wine, evento degustazione dedicato solo alle vecchie annate.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here