Digita una parola o una frase e premi Invio

26-28 novembre: Bologna in Vino

Il vino, specialmente in Italia, è la poesia della terra.
(Mario Soldati)

Quando in Italia parliamo di enologia parliamo sempre di “cultura”. E non potrebbe essere altrimenti, visto che alle spalle dell’enorme ventaglio di scelta che abbiamo quando cerchiamo un buon vino ci sono le innumerevoli varietà dei vitigni (ben oltre 500 solo nel nostro Paese), le caratteristiche del terreno (dall’orientamento alla composizione), le tecniche di coltivazione, il clima, e poi la sapienza dietro le operazioni di vinificazione, e la profonda conoscenza dei metodi di conservazione… fino ad arrivare alla degustazione, momento apice di un processo che si fonda, dunque, su tradizioni secolari.

Il vino dunque fonde piacere e conoscenza, e la Fiera Nazionale BOLOGNA IN VINO persegue proprio questo scopo, offrendo tre giorni in cui la produzione italiana si presenta attraverso cantine di tutto il suo territorio, per mostrare la ricchezza di un panorama nazionale in cui varietà e qualità camminano fianco a fianco.

A portare questo importante momento di cultura enologica a Bologna sono due realtà che da anni si occupano di accendere i riflettori sulle eccellenze del gusto.

Parliamo di Arte del Vino, ideatore del progetto che mira a raccogliere in un unico luogo le tradizioni, i saperi e le storie dei produttori di tutta la penisola, per dare loro la possibilità di presentare al pubblico i propri prodotti in un importante momento di degustazione e condivisione.
E parliamo di FICO Eataly World, che dell’evento sarà anche location ideale: il parco tematico del cibo italiano, che con la recente riapertura si trasforma in experience park, capace di stimolare i 5 sensi e coniugare passione per il cibo e divertimento, confermandosi un punto di partenza per l’educazione al cibo e alla biodiversità.

Con queste premesse è lecito aspettarsi che la Fiera Nazionale BOLOGNA IN VINO che approderà il 26, 27 e 28 novembre a FICO Eataly World sarà una bella occasione per scoprire stand di produttori vinicoli provenienti da tutta Italia, dalle cantine più acclamate a quelle ancora poco conosciute ma già molto apprezzate dagli esperti del settore. Tra i  partecipanti già confermati, troviamo cantine da dieci regioni d’Italia, dal Veneto alla Sicilia, dal Piemonte al Friuli, senza ovviamente trascurare il centro con Toscana, Umbria e – chiaramente – l’Emilia Romagna che ospita l’evento. Parliamo di una trentina di cantine, e altre si aggiungeranno a impreziosire ulteriormente la lista dei marchi presenti.

E se l’intento è “Bere meno, ma bere meglio” oltre alla qualità dei prodotti, sono necessari anche gli strumenti per apprezzarli appieno, ecco perché AIS Associazione Italiana Sommelier terrà, nel corso di sabato e domenica, specifici corsi gratuiti di avvicinamento al mondo del sommelier. In quei due giorni le masterclass si svolgeranno alle 14, alle 15:30 e alle 17, e saranno gestite da un relatore e da un sommelier AIS.

Non solo la possibilità di confrontarsi direttamente con i produttori, quindi, ma anche l’occasione, per i più curiosi, di approfondire la materia insieme a dei professionisti della degustazione.

D’altro canto, per ottenere il massimo dall’esperienza della degustazione del vino, non c’è niente di meglio che abbinarvi del buon cibo per esaltarne gli aromi e il gusto. Grazie a FICO Eataly World il visitatore avrà quindi a disposizione 13 ristoranti, 13 punti street food, ma soprattutto 60 operatori della filiera agroalimentare, che offrono l’eccellenza del cibo italiano ma anche esperienze a tema.

Due le modalità di ingresso al festival:
fino alle 19_20€ ingresso a FICO con inclusa taschina, calice da degustazione e degustazioni illimitate.
dopo le 19_15€ ingresso a FICO con inclusa taschina, calice da degustazione e 3 token* per acquistare le degustazioni.
*1 token = 1€

I token potranno essere acquistati presso la cassa predisposta, e il prezzo di ogni calice sarà a discrezione delle rispettive aziende vinicole (mediamente circa 2/5 token a calice).

La Fiera Nazionale BOLOGNA IN VINO, lo dicevamo, è organizzata da Arte del Vino in collaborazione con FICO Eataly World.

Arte del Vino vanta già al suo attivo numerose iniziative enogastronomiche di successo nel capoluogo lombardo, come le due edizioni del Milano Sushi Festival, che ha ottenuto grandissimi riscontri di pubblico e di visibilità mediatica, la prima edizione della Fiera Nazionale del Tartufo, e altre manifestazioni di livello nazionale.

FICO Eataly World, recentemente riaperto al pubblico dopo un anno di lavori per trasformarlo in un vero e proprio parco tematico, è ora più che mai il Parco da Gustare: unico food park di questo genere a livello mondiale, erede del concetto di Expo Milano 2015 e simbolo della Food Valley, FICO colpisce per il nuovo approccio multisensoriale.

Da noi, gli homini dovrebbero nascere più felici e gioiosi che altrove, et però credo che molta felicità sia agli homini che nascono dove si trovano i vini buoni…

(Leonardo de Vinci)

Fiera Nazionale BOLOGNA IN VINO

DAL 26 AL 28 NOVEMBRE 2021

FICO Eataly World, Via P. Canali 8, Bologna

DIURNO _ dalle 11 alle 19

SERALE _ dalle 19 alle 22
_ sabato: dalle 19 alle 24

INGRESSO _DIURNO: 20€ _SERALE: 15€

Infoline _347 1721184

Pagine evento:
https://www.fico.it/it/eventi/fiera-nazionale-bologna-in-vino
https://www.facebook.com/events/611957419835797?ref=newsfeed

Fiera Nazionale BOLOGNA IN VINO*
dal 26 al 28 novembre 2021 presso FICO Eataly World

LE CANTINE

BARONE DI BOLARO

(Calabria)
baronedibolaro.com
L’azienda nasce dalla voglia di coniugare l’amore per la propria terra all’interesse e alla passione per la cultura vitivinicola. I fattori che hanno contribuito alla sua realizzazione sono vari, tra i quali il territorio altamente vocato, il sole, il mare, il vento e la posizione geografica, che conferiscono ai vitigni del territorio calabrese un valore aggiunto di inestimabile qualità.

Azienda Agricola PEZZALUNGA

(Veneto)
L’azienda coltiva, sulle colline di Monterosso a Brendola (Vicenza), soleggiate e protette da un antico cratere vulcanico di vigneto con uve Cabernet Franc e Sauvignon, ottenendo, dopo vendemmia tardiva eseguita a mano, 3000 bottiglie di vino di pregiata qualità totalmente naturale, senza solfiti, filtrazioni e trattamenti.

LA CARCAIA

(Lazio)
La storia dell’azienda nasce con Vittoria Capotosti, donna di grandi passioni e dal carattere indomito come la sua terra, affacciata al lago di Bolsena. Gestita oggi dai suoi 4 nipoti, La Carcaia è risultata con il suo passito Lazio Rosso “Vittoria” tra i “Top Hundred 2018 – Migliori 100 Vini d’Italia 2018” del Golosario.

Casa Vinicola CRISERÀ
(Calabria)

www.vinicrisera.it
Nata alla fine del 1800, la Casa Vinicola Criserà vanta una lunga tradizione familiare di amore, dedizione alla propria terra e impegno nel selezionare vitigni autoctoni di qualità, fino ad arrivare ad oggi, realtà aziendale in piena espansione che si avvale delle più moderne tecnologie per raggiungere livelli di elevata competitività e standard qualitativi sempre più adeguati alla domanda del mercato globale.

DOMUS HORTÆ
(Puglia)

www.domushortae.com
Domus Hortae è un’azienda di famiglia impegnata nella coltivazione di vigneti dal 1788. Vigneti che si estendono su terreni calcarei al di sopra di fosse e camminamenti che conducono al centro abitato. Il forte connubio tra passione e lavoro, trasmesso di padre in figlio nei secoli, ha permesso di lasciare in eredità amore e dedizione alla terra.

POGGIO LEVANTE
(Toscana)

poggiolevante.com
Poggio Levante è una nuova realtà nel cuore della Maremma. L’azienda produce vini di alta qualità con tecniche inusuali, rispettando sempre e comunque il terroir e le caratteristiche varietali degli uvaggi impiegati. Distinzione, ricerca e sostenibilità sono i pilastri principali della filosofia aziendale.

Azienda Agricola PIANCARDO

(Lazio)

www.aziendaagricolapiancardo.it
L’azienda di Lino Catalano sorge nel 2010 nell’alta Tuscia, sul Lago di Bolsena, un territorio vulcanico. La sua produzione (circa 6000 bottiglie l’anno) si distingue per la sintesi equilibrata tra acidità e sapidità. Un bouquet intenso, enfatizzato dal clima del lago per le forti escursioni termiche.

S.S.A. RESINÆ FARM
(Umbria)

Resinæ Farm, nata nel 2018 nel territorio della provincia di Perugia, è specializzata nella coltivazione della Canapa Sativa Light. A “Bologna In Vino” presenterà “GrappaBis”, liquore alla canapa con infusione di fiori/foglioline raccolti a mano da pregiata storica varietà italiana di canapa coltivata dai suoi stessi produttori.

IL VINO E LE ROSE
(Piemonte)

www.ilvinoelerose.it
L’azienda coltiva 4 tipologie di vite atte alla produzione di vini bianchi e rossi. I bianchi sono il Timorasso, antico vigneto autoctono dei Colli Tortonesi, e il Cortese, molto diffuso in Piemonte. Per i vini rossi, Barbera e Dolcetto, storici vitigni del territorio. L’azienda collabora anche alla lavorazione nel Roero di mezzo ettaro di pregiato Nebbiolo.

LA VALLE DELLA LUNA
(Sicilia)

www.lavalledellaluna.it
Laddove scorre il fiume Belice, nel trapanese, sorge una giovanissima società agricola, partita nel 2013 con 30 ettari per la produzione di uve da vinificazione, e che ora vanta un’estensione di 60 ettari in cui coltiva i più pregiati vitigni autoctoni Siciliani sia a bacca bianca (Grillo, Catarratto, Grecanico), che a bacca rossa (Nero d’Avola); ma anche vitigni internazionali, come il Syrah, il Nerello Mascalese e lo Zibibbo.

BADIA CREPALDO
(Toscana)

www.badiacrepaldo.com
Novità e classicità si fondono nel lavoro dell’azienda: lo sguardo rivolto al futuro di giovani vignaioli, unito ai processi produttivi artigianali sono la formula che ha portato alla luce il progetto. Tutta la filiera è caratterizzata dalla componente umana e tradizionale, ogni fase della lavorazione, rigorosamente manuale, è curato con attenzione sia nei confronti del vino che nella caratterizzazione di bottiglie ed etichette.

Azienda Agricola PIRAS

(Veneto)
Nata a Belluno nel 2017, l’Azienda Agricola Piras ha fatto sua la frase di Galileo Galilei “Il vino è un composto di umore e luce”, che rispecchia pienamente la loro filosofia. Fra i loro vini più amati, lo Chardonnay, vino dorato dal forte giusto minerale, e il Prosecco DOC, mentre stanno lavorando a un Solaris da uve biologiche.

BEKEKE
(Veneto)
L’azienda fondata a Roncade (TV) da Simone Maculan produce ad ettaro 35 q.li per i vini rossi e 50 q.li per i vini bianchi. La limitata resa per ettaro consente alti livelli qualitativi. Col variare delle annate variano le caratteristiche organolettiche e qualitative: la filosofia è vinificare quel che offre la natura, senza manipolazioni. Il loro il Tania 2009 da uve Carmenere è stato decretato Top tra i Top Hundred 2016.

Azienda Agricola BARDI
(Veneto)

www.ebardi.it
L’azienda è impegnata nella produzione di vini veneti DOC e IGT secondo tecniche tradizionali e con assoluta attenzione alla genuinità del prodotto e al rispetto dell’ambiente. Cabernet, Raboso, Pinot Grigio, Verduzzo Piave DOC, Prosecco, Raboso Veneto IGT, spumante da Raboso e passito da Verduzzo friulano sono prodotti in quantità limitata ed esclusivamente all’interno dell’azienda.

Podere MESSINA
(Sicilia)
www.poderemessina.com
Dal 1953 la tenuta agricola Podere Messina, a pochi passi dal sito archeologico di Segesta, lavora 32 ettari di terreno coltivati seguendo i dettami dell’agricoltura biologica. Alla coltura della vite con varietà autoctone come Catarratto, Zibibbo, Nero d‘Avola D.O.C e Frappato si affianca la produzione di olio extravergine d’oliva derivante da cultivar tipiche delle valli trapanesi.

ANNAFRANCESCA

(Veneto)www.annafrancesca.it
I vini ANNAFRANCESCA sono prodotti dalle due giovani sorelle con le uve provenienti dagli antichi vigneti di Merlot, Pinot Grigio e i più recenti di Moscato Giallo della società viticola di famiglia, nata dalla trasformazione della precedente azienda agricola mista in un vigneto di 10 ettari. L’azienda BIO, vinifica a basso impatto ambientale vini diversi dai classici, con etichette che conquistano al primo sguardo.

Fattorie AZZOLINO (Sicilia)
www.fattorieazzolino.com
L’Azienda, a conduzione familiare, coltiva vigneti impiantati dal 1996 su terreni selezionati nel territorio di Monreale a 400 m d’altitudine per varietà autoctone come Nero D’Avola, Syrah, Catarratto e altri ancora come il pluripremiato Chardonnay IGT. La coltivazione avviene seguendo i metodi dell’agricoltura biologica.

ROCCHE DELLA SALA S.S.A. (Sicilia)
www.rocchedellasala.it

L’azienda ROCCHE DELLA SALA si estende su una superficie di circa 130 ettari nella Sicilia Occidentale. Qui, grazie ai suoli collinari perfettamente soleggiati e ventilati e alla equilibrata escursione termica tra il giorno e la notte, si creano le condizioni ottimali per ottenere prodotti di qualità e per gestire le coltivazioni secondo gli schemi dell’agricoltura biologica.

Azienda Agricola BRUNNER (Friuli Venezia Giulia)
www.brunnervini.com
Si tratta di una piccola realtà che si dedica al vino con l’intento di prediligere la qualità alla quantità. L’approccio è orientato il più possibile verso un prodotto “naturale” senza integralismi, e a basso impatto ambientale. Sono vini sinceri e onesti, fortemente legati al territorio.

Azienda Agricola SEIROLE (Piemonte)
www.aziendaagricolaseirole.it
L’Azienda nasce dalla passione per la terra e per i suoi prodotti e, con l’esperienza maturata in decenni, ora inizia a produrre i suoi vini partendo dalle migliori uve dei suoi terreni. “Non siamo grandi produttori di vino, produciamo un grande vino.” E con grandi vini parliamo di Moscato d’Asti DOCG da vendemmia a mano, Spumante Brut e Spumante Rosé oltre a un Vermouth da uve Moscato d’Asti.

NERO DEL BUFALO (Emilia Romagna)
www.nerodelbufalo.it
Nata nel 1996, l’azienda NERO DEL BUFALO del viticoltore Giuseppe Turi, una realtà a conduzione familiare, si trova a Sant’Agata sul Santerno, nel ravennate. Le vigne si estendono su 5 ettari di terreno duro e argilloso dove si coltivano vitigni di Merlot, Cabernet e Trebbiano, mentre il restante terreno è coltivato a cereali.

Consorzio PEGASO ITALY (Emilia Romagna)
consorziopegasoitaly.com
L’associazione riunisce aziende specializzate nella produzione e distribuzione di vini e bevande. Si tratta di una realtà riconosciuta forte crescita, atta a rinnovare l’intero processo di distribuzione con politiche innovative ed oculate. Partecipa a Bologna In Vino con i propri vini Franciacorta e Champagne e con le cantine CA’ D’ABRUZZO (vini abruzzesi), VEGLIO (vini piemontesi) e PEROLLO (amari siciliani).

Azienda Agricola MOMBISAGGIO (Piemonte)
www.mombisaggio.com
La coltivazione della vigna è stata per tradizione l’attività prevalente della famiglia. Pochi anni fa hanno deciso di riprendere, recuperando alcuni vecchi vigneti in abbandono, reimpiantando vitigni autoctoni e incrementando quelli da sempre presenti nella zona: Barbera, Croatina, Dolcetto, Timorasso, Cortese, Moscato, Favorita, coltivati secondo criteri di sostenibilità ambientale e vendemmiati a mano.

CASTELLO POGGIARELLO (Toscana)
www.castellopoggiarello.it
L’azienda agricola biologica ha una superficie vitata di 8 ettari di terreni limo-argillosi ricchi di minerali. I vigneti sono ripartiti in uve Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot, Petit Verdot che danno vita a vini intensamente aromatici. La produzione prevede il taglio bordolese, con raccolta e selezione manuale, la vinificazione in acciaio e l’invecchiamento in barrique di rovere francese e anfore di terracotta.

TERRE ROSSE VALLANIA (Emilia Romagna)
www,vignetoterrerosse.com

Enrico Vallania ha rifondato nel 1964 l’azienda avìta, sperimentando tecnologie tese al miglioramento della qualità. Affianco a tre ceppi già presenti, Cabernet Sauvignon, Riesling e Malvasia, si sono aggiunti Chardonnay, Sauvignon, Pinot Bianco, Pinot Nero e Merlot. Le uve subiscono pigiatura delicata, pressatura soffice con sfecciamento dei mosti a freddo e fermentazione a temperatura controllata.

Azienda Agricola FEDRIZZI (Emilia Romagna)
www.fedrizzivini.com
L’azienda è stata fondata da Alessandro Fedrizzi, premiato dalla guida Slow Wine 2019 come Miglior Giovane Vignaiolo, che ha mostrato la sua passione e la sua intraprendenza sin da giovanissimo, con una passione per le bollicine e i metodi classici su basi di Pignoletto, uva simbolo dei Colli, Chardonnay e Barbera.

OTTO LOGIURATO VINI (Emilia Romagna)
OTTO LOGIURATO, azienda agricola a conduzione familiare con certificazione Bio, opera a Monteveglio, sull’appennino Bolognese, dove produce Cabernet Sauvignon, Pignoletto fermo e frizzante e Barbera frizzante, perfetti per accompagnare la cucina della Grassa Bologna, alla ricerca del connubio tra naturalezza e gusto.

 

 

Ufficio stampa

Casi Umani: Paola Conforti – 333 6216324 – ufficiostampa@casiumani.it

FICO Eataly World: Eugenia Vignozzi, Mirko Malgieri – 339 7380894 – media@eatalyworld.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi