Digita una parola o una frase e premi Invio

9 ottobre, in scena la biodiversità in vigna: a Ponsacco masterclass dedicata i vini della Valdera e al Valdarno inferiore

Fra le tante sfaccettature della Toscana vitivinicola stanno emergendo sempre nuovi territori. Uno dei più  promettenti è quello della Valdera e del confinante Valdarno inferiore, una parte di sorprendente bellezza della provincia di Pisa. A forte vocazione biologica, è sede di un folto gruppo di vignaioli che si stanno impegnando in tante direzioni per esaltare le caratteristiche dei loro terroir: dall’affinamento in anfora, alle diverse modalità di rifermentazione e alle procedure tradizionali come quelle che danno luogo al Vin Santo; dalla esaltazione di uve celebrate come il sangiovese e di sue varianti come il sangiovese forte o sanforte, a quelle arrivate in modo avventuroso lungo la via Francigena come la spagnola tempranillo da cui si producono i celebri vini iberici come il Rioja e il Ribera del Duero.

Saranno quindi tante e belle le sensazioni  e le sorprese che scaturiranno da una masterclass organizzata dal Biodistretto della Valdera, in collaborazione con la nostra testata, una vera e propria summa delle ultime tendenze di questo vero e proprio laboratorio della naturalità in vigna, riassunta in questa stimolante lista di vini in degustazione:

Il rifermentato: In Fermento 2021Fibbiano (Terricciola)
Il metodo classico: L’Erede 2016Cupelli Spumanti (San Miniato)
Il macerato in anfora: L’Uva e la Terra 2021Podere Spazzavento (Ponsacco)
Il rosé in anfora: Pink Panther 2021Usiglian del Vescovo (Palaia)
Il vecchio saggio: Era 2009Terre del Ving (Peccioli)
Sua maestà il sangiovese: Opera in Rosso 2019Podere La Chiesa (Terricciola)
Il vitigno ritrovato: Sanforte 2019Cosimo Maria Masini (San Miniato)
L’internazionale: Scopaiolo Syrah 2019Pieve de’ Pitti (Terricciola)
Il sorprendente: IXE Tempranillo Toscano 2018Pietro Beconcini (San Miniato)
Dulcis in fundo: Vin Santo 2015Sorelle Palazzi (Terricciola)

A illustrate i vini e a stimolare la discussione saranno Nicoletta Dicova, vignaiola e docente all’Università di Pollenzo e Lamberto Tosi, enologo ed agronomo.

Domenica 9 ottobre, ore 16
Villa Elisa – Ponsacco (PI)
Costo 20 euro
Prenotazioni al 380-8962061 e biodistrettovaldera@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *