The Menu: un cheeseburger ci salverà?

0
2296

Un gruppo di persone si ritrovano, dopo aver sborsato una cifra considerevole, in un’isola in cui c’è l’esclusivo ristorante di uno chef ultra acclamato. Ci sono varie categorie di personaggi: uomini d’affari arroganti, anziane coppie, e il gastrofanatico, ritratto fin troppo caricaturale ma rappresentativo di questi anni di infatuazioni, accompagnato dall’unica “estranea” alla logica dell’evento perché ”sostituta” inconsapevole di un’altra donna.

Ma l’esperienza in breve diventa  inquietante. L’evento prevede un apporto “estremo” dei commensali che rimangono come irretiti dallo svolgersi delle cose.  È solo “l’estranea” a rimanere lucida, perché non solo il suo stolto accompagnatore, ma tutti gli ospiti alla fine sembrano stare al gioco e accettare il loro destino non trovando la forza o la volontà di ribellarsi, e convincendosi forse che il loro sacrificio è veramente parte di una sublime esperienza gastronomica.

Ed è l’evocazione di un cheeseburger che fa vacillare lo chef impazzito, forse perché madeleine proustiana? Non è chiaro, se fosse così il film sarebbe smaccatamente conservatore, ma il suo attimo di smarrimento consente alla sveglia ragazza di filarsela e di osservare dal mare l’apocalisse finale.

The Menu
Regia Mark Mylod
USA 2022

Riccardo Farchioni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here