Digita una parola o una frase e premi Invio

22-23/1 a Firenze: Vini migranti

Vini Migranti nasce dal progetto di distribuzione vini TANTA ROBA di Teseo Geri: è il sogno di riunire una serie di visionari produttori di vino provenienti un po’ da tutto il mondo. L’obiettivo è quello di proporre un punto di vista alternativo al mondo enologico, così come lo abbiamo conosciuto fino ad oggi.

Vini Migranti rappresenta l’occasione per dare spazio a piccole ed uniche realtà vitivinicole che si fanno portavoce di un messaggio originale, ribelle e culturale che nel momento storico decisamente complicato in cui siamo, può essere una voce da ascoltare con attenzione

Questa manifestazione si propone il modesto scopo di donare sorrisi, bei momenti da passare insieme e qualità dell’offerta dei vini proposta. Affinché questo potesse accadere, Teseo Geri insieme all’Associazione Culturale Fokifori, le enologhe Francesca Elli e Lucia Minoggio, la sommelier Lorena Pepi, hanno selezionato e riunito oltre 50 produttori, Italiani ed internazionali, per l’edizione numero tre di questa memorabile fiera migrante di vino.

Come nelle scorse edizioni, non mancheranno vini stranieri accompagnati dai rispettivi produttori. Avremo in degustazione dal Libano il vino di Eddie che rifugiato dalla Siria si è trasferito in Beeka Valley, dove sta coltivando un cabernet in un terreno espropriato agli Hezbollah. Sarà presente Johanna con i suoi vini “naturali” da Mendoza (Argentina) prodotti presso la sua Stella Crinita a Mara de Uco. Da Tenerife, Francesca Elli ci porterà vini adatti ad esplorare mondi meravigliosi in una degustazione guidata. Berremo Champagne con Alain Legret. Molti produttori toscani: dai bastian contrari dell’ortodossia a riferimenti assoluti dell’enologia regionale. Inoltre, una bella selezione di tanti produttori italiani come Barolo dal Piemonte, profumati Friulani, goduriosi vini della Puglia e rarità dall’Etna.

La manifestazione è indetta per il 22 e 23 gennaio a Firenze, con un’anticipazione al sabato per gli appassionati di degustazioni: alle 16,30 Teseo Geri ci guiderà in un giro del mondo di bollicine con 5 spumanti provenienti da differenti paesi e a seguire alle 18,30 Leonardo Romanelli presenterà una verticale di Chianti Classico “Grosso Sanese” della Fattoria Poggerino. Gli spazi prescelti sono quelli di Parc Bistrot presso il Piazzale delle Cascine. Il Parc Bistrot fornirà un’allettante offerta food e cene a tema.

L’evento si articolerà come segue: i banchi di assaggio vini apriranno alle 11 del mattino e chiuderanno alle 19 la domenica, dalle 10 alle 18 il lunedì. Nel corso della tre giorni ci saranno degustazioni guidate, tenute da professionisti del settore, con masterclass e approfondimenti irrinunciabili: uno su tutti la cena con i produttori al Parc Bistrot la domenica sera!
Il noto giornalista Leonardo Romanelli condurrà le degustazioni guidate, delle vere occasioni per Firenze di avere in carne, idee ed ossa noti e bravi vignaioli diventati iconici nel settore. Numero limitato e su prenotazione.

Così si esprime Teseo Geri sul senso della manifestazione. “VINI MIGRANTI non è definire la natura dei vini ma cercare di capire l’essenza oltre l’appellazione, oltre la storia del vignaiolo, oltre la storicità dell’uvaggio della regione di appartenenza, oltre gli stereotipi, oltre i luoghi comuni. Il mondo guadagnerà della mescolanza. Non aver paura di ciò che non conosciamo è un movente per iniziare un viaggio e non un limite. Per favore non definite ciò che siamo ma provate a capire l’evoluzione che potremmo creare tutti a mescolare le carte. Giocare senza chiedere le regole”

In allegato le informazioni tecniche per la partecipazione alla manifestazione. Vini Migranti
info@vinimigranti.it
Tel 338 2641891

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *