Digita una parola o una frase e premi Invio

Terre di Toscana 2010 – Terza edizione. 7 e 8 marzo a Lido di Camaiore

Mancano pochi giorni a Terre di Toscana, e la macchina dell’organizzazione sta avendo la sua ultima accelerazione. La responsabilità che sentiamo è verso le aziende che ci avevano onorato della loro presenza e che sono tornate con entusiasmo e verso le altre che si sono aggiunte, alcune autrici di vini ritenuti da molti irraggiungibili. Ma soprattutto la sentiamo verso il nostro pubblico, e faremo di tutto perché riceva quello che si augura di trovare arrivando a Lido di Camaiore con curiosità e interesse.

Il nostro sforzo dovrà essere adeguato a quella che si prospetta come la più grande e prestigiosa edizione di Orizzonti e Vertici (ciclo ormai arrivato all’ottava puntata) finora realizzata. Pressoché tutti i distretti vinicoli toscani sono rappresentati, con le differenti pulsioni stilistiche che li innervano, dalle maison griffate ai vigneron, dalla viticoltura tradizionale alle rivisitazioni in chiave “naturale”. E poi, la novità di quest’anno, il “Come eravamo” con tante vecchie annate proposte dai produttori la domenica dalle 14 alle 17, che sarà una sorta di “ricapitolazione” della storia del vino italiano dalla sua rinascita in poi. Con qualche intrigante salto nelle sue radici profonde.

A corollario poi la bella offerta gastronomica, durante le degustazione con selezionati artigiani del gusto, e la sera della domenica con una grande cena in compagnia dei produttori con tante etichette da abinare liberamente e ispirati dal proprio gusto. E inoltre, altra novità di questa edizione, potremo gustare gli appetizer e finger food realizzati dallo chef del Ristorante Il Colombaio, Stella Michelin di Casole d’Elsa. Lo chef Umberto Gorizia, il suo secondo Massimiliano Cianni ed il resto dello staff del locale con tanto di pasticciere aggiunto, nella persona di Alice Bazzan, saranno personalmente presenti per offrire le loro stuzzicanti proposte. Un tris di professionisti di alto livello coinvolti nell’edizione 2010 di Terre di Toscana dal giornalista enogastronomo Claudio Mollo, che daranno vita ad un eccezionale show palatale, a disposizione degli ospiti nei giorni di domenica e lunedì, dalle 12,30 alle 13,30.

Segnatevi perciò la data: 7 e 8 marzo 2010 a Lido di Camaiore. Perché ci saranno i migliori vini, le/i migliori vignaiole/i e le migliori produzioni gastronomiche toscane ad attendervi!

Per informazioni: infoacquabuona.it – Tel.  3356814021

TERRE DI TOSCANA, TERZA EDIZIONE

Domenica 7 marzo, ore 12-19 degustazione

Ingresso € 20 (€ 15 per soci AIS, Fisar, ONAV, Slow Food e per gli iscritti al notiziario de L’AcquaBuona, che riceveranno a tal fine un messaggio di posta elettronica in prossimità dell’evento). Nel prezzo di ingresso sono compresi il bicchiere da degustazione e la taschina portabicchiere.

Domenica 7 marzo, ore 14-17 “Come eravamo” (Ingresso € 10)

Grande retrospettiva di vecchie annate selezionate dai produttori stessi di Terre di Toscana. Una occasione più unica che rara per capire di percorsi, stili, orizzonti e vertici.

Domenica 7 marzo, ore 21 grande cena in compagnia dei vignaioli e dei loro vini

Costo € 50. Cena servita al tavolo, con possibilità di assaggio libero di oltre 150 etichette in rappresentanza di tutti i produttori presenti. Più sotto il menù

Lunedì 8 marzo, ore 11-18 degustazione

Per accrediti stampa, o per ricevere l’omaggio riservato agli operatori per l’ingresso alla degustazione, scrivere a infoacquabuona.it


I produttori partecipanti a Terre di Toscana

Altesino, Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute, Badia a Coltibuono, Baracchi, Barone Ricasoli, Barzaghi Mattia, Boscarelli, Caiarossa, Capannelle, Casteldelpiano, Castell’in Villa, Castello di Bolgheri, Castello di Fonterutoli, Castello di Monsanto, Castello di Potentino, Castello di San Sano, Col di Bacche, ColleMassari, Conti Costanti, Domini Castellare di Castellina, Fattoria Ambra, Fattoria Corzano e Paterno, Fattoria di Montechiari, Fattoria San Pancrazio, Fattoria Selvapiana, Felsina, Fontodi, Giardini Ripadiversilia, Grattamacco, I Balzini, Il Borghetto, Isole e Olena, La Palazzetta, La Porta di Vertine, Macea, Montauto, Montebernardi, Montenidoli, Montepepe, Monteraponi, Montevertine, Montrasio – Il Colle, Siro Pacenti, Panizzi, Petra, Piaggia, Pian dell’Orino, Agostina Pieri, Pietroso, Podere Campriano, Podere Salicutti, Podere San Giacomo, Podere San Giuseppe-Stella di Campalto, Podere Còncori, Podere Fortuna, Podere Il Palazzino, Podere La Regola, Podere Scheggiolla, Poggio di Sotto, Poggio Grande, Querciabella, Riecine, Rocca di Castagnoli, Rocca di Montegrossi, Ruffino, Salustri, San Giusto a Rentennano, Sanlorenzo, Michele Satta, Sedime-Marco Capitoni, Sesti, Solatione, Tenimenti Angelini, Tenuta Argentiera, Tenuta Col d’Orcia, Tenuta di Belguardo, Tenuta di Collosorbo, Tenuta di Ghizzano, Tenuta di Valgiano, Tenuta Il Poggione, Tenuta Le Potazzine-Gorelli, Tenuta Lenzini, Tenuta Podernovo, Tenuta PoggioVerrano, Tenuta San Guido, Tenute Guicciardini Strozzi, Tenute Niccolai-Palagetto, Terenzuola, Tiezzi, Uccelliera, Val delle Corti, Vecchie Terre di Montefili, Ventolaio, Vignamaggio, Villa di Geggiano, Villa Petriolo

Scopri i vini in degustazione


Come eravamo

Come eravamo? Messa così, in chiave di domanda, sembra una frase pronunciata dai vini più che dai vignaioli, da quelle bottiglie un po’ impolverate, e magari dalle etichette scolorite, che ci/vi attenderanno domenica 7 marzo, per una piccola sessione parallela, per un interessante salto nel passato. Cinquanta, sessanta, settanta etichette, ancora non lo sappiamo quante, delle annate più svariate. Dagli anni 70 al millennio attuale (“portiamo un 2004, ma era la prima nostra annata!”) per capire meglio da dove siamo partiti, e dove stiamo andando.

La degustazione delle vecchie annate si svolgerà dalle ore 14 alle ore 17 di domenica 7 marzo, grazie al servizio dei Sommelier della FISAR. Ingresso € 10 (per ragioni logistiche l’ingresso è riservato ai visitatori della degustazione principale).

Scopri le vecchie annate in degustazione


La cena e la gastronomia

La degustazione dei vini sarà accompagnata da una degna cornice gastronomica. Salumi, formaggi, olio, dolci, cioccolata… ancora in rappresentanza regionale. Ciliegina sulla torta, un “angolo gourmet” dove Umberto Gorizia, chef dello “stellato” Colombaio di Casole d’Elsa preparerà sfiziose creazioni.

E chi volesse gustare i grandi vini toscani comodamente seduto e con un menù all’altezza dell’occasione, non manchi di prenotare quanto prima per la grande cena della domenica sera, in compagnia dei vignaioli e con un menu appositamente creato dallo chef Maurizio Marsili.

Cena in compagnia dei vignaioli. Domenica 7 marzo, ore 21. UNA Hotel. Prezzo € 50. Durante la cena sarà possibile degustare una ampia selezione dei vini presenti durante le degustazioni pomeridiane. I commensali potranno scegliere tra circa 200 etichette, servite da sommelier professionisti. Prenotazioni al numero 335 6814021

Il menu

Aperitivo
Crostini con salmone fresco marinato
Crostini con tacchino affumicato in casa
Tempura di filetti di pesce locale e verdure di stagione

Al tavolo
Insalata di finale di Chianina con puntarelle e pecorino
Strudel di pasta fresca con anatra brasata, ricotta e carciofi
Aletta di spalla in dolce cottura, timballo di cardo e patata
Parfait al torroncino con crema al vinsanto

Ed ecco le chicche gastronomiche presenti durante la degustazione:

Le carni di Masoni, il salumificio artigianale di Gombitelli, i grandi formaggi di Corzano e Paterno, le confetture della Bandita, l’olio dell’Associazione Olivo Quercetano, la Pasticceria di Dogliani, i biscotti de I Fortini, la Torta Pistocchi


Dove siamo

Terre di Toscana si svolgerà nuovamente all’UNA Hotel, sul lungomare di Lido di Camaiore. Un ambiente moderno ed elegante che ospiterà anche la cena della domenica sera.

UNA Hotel Versilia
Viale Sergio Bernardini già Viale Colombo, 335/337, Lido di Camaiore (LU)
tel.  0584 012001 – fax. 0584 0122 una.versilia@unahotels.it

Per arrivare: dal casello autostradale Versilia dirigersi verso sud (direzione Viareggio, Lido di Camaiore) e imboccare dopo circa 6 km Viale Kennedy (di fronte supermercato Esselunga) girando a destra, percorrerlo per raggiungere il lungomare. Di fronte agli stabilimenti balneari girare a sinistra. Dopo 300 metri, ancora sulla sinistra, c’è UNA Hotel. Se invece uscite al casello autostradale di Viareggio, dopo l’uscita proseguite fino ai viali a mare. Arrivati agli stabilimenti prendete a nord (girate a destra) e percorrete il viale a mare per 2,1 km fino ad arrivare di fronte all’Hotel.


Navetta

Nella giornata della domenica, dalle ore 11,30 alle ore 19, una navetta farà la spola tra la stazione ferroviaria di Viareggio e l’UNA Hotel. In questo modo i più volenterosi potranno anche mirare ai 400 assaggi, e tornare a casa tranquilli e, sicuramente, un po’ più felici. Il minibus, dell’azienda Montaresi, sarà facilmente identificabile dal logo della manifestazione affisso all’esterno, e, traffico permettendo, lo potrete trovare ogni 20/25 minuti all’uscita della stazione ferroviaria.


Marzo 2009

Ecco immagini della scorsa edizione (alcuni filmati li potrete trovare su acquabuona.tv)

24 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi