Digita una parola o una frase e premi Invio

Il ristorante sotto casa non c’è più

Fra le prime vittime del coronavirus c’è il ristorante sotto casa mia. Era quasi sempre pieno, gestito con allegria e intelligenza dalle due sorelle pugliesi De Siati, cucina casalinga, servizio sorridente. Recentemente si erano allargate occupando la base di una torre trecentesca, arrivando a 4000 euro al mese d’affitto.

Nell’era pre-virus, rientrando a casa mi capitava di attraversare gruppi di ragazzi e ragazze che si sorridevano con una birra in mano, e osservavo i turisti contenti davanti ad un calice di rosso con la musica in sottofondo che usciva dai locali. Questo mi metteva di buonumore e mi aiutava nei dubbi che ho qualche volta sul vivere in centro invece che magari in compagnia degli uccellini e del fruscio delle fronde degli alberi o in una villetta con giardino e posto macchina. Cosi come mi facevano compagnia il brusio sotto casa, le risate, il tintinnio di posate e bicchieri, lo “stappo” delle bottiglie. E pazienza per i marciapiedi invasi dai tavolini, o se per suonare al mio citofono si dovesse talvolta disturbare una coppia al lume di candela.

Quando ho sentito giorni fa lavori alla pedana di legno del dehors ho pensato: la rinnovano, ne avranno ancor più bisogno. Beata ingenuità! Ora c’è il vuoto e le piante rampicanti stanno seccando. Beh, speriamo che le sorelle De Siati ripartano presto da qualche altra parte, come speriamo che riparta la nostra amata e disgraziata ristorazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi