I vini lo sentono, e lo sanno raccontare

0
11472

I vini lo sentono, e lo sanno raccontare. E questa bottiglia qua, stasera, per me era un obbligo morale.

In cuor mio confidavo tanto nella vitalità del sorso, ma non potevo certo immaginarmi tutto questo garbo, tutta questa ariosità, tutta questa scioltezza, ciò che la proietta ben oltre le incertezze di una cantina dai legni vecchi.

La portai via con me, insieme ad altre, la prima volta che mi recai a Villa del Cigliano, a San Casciano Val di Pesa, lì dove feci la conoscenza di Niccolò Montecchi, di suo padre e di sua sorella, e dove appresi una storia familiare che veniva da lontano.

Allora i vini di Cigliano non se li filava nessuno. Ci vollero tutta l’energia giovanile e tutte le “visioni” di Niccolò per riesumare alla bellezza e alla visibilità una produzione già di per sè affezionata al territorio.

Ci è riuscito. Poi qualcuno o qualcosa ha deciso per lui che dovesse andarsene da qui. Resta il segno forte del suo passaggio, restano i vini. E resta la bellezza.

FERNANDO PARDINI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here