Digita una parola o una frase e premi Invio

3-4/12: Maredivino, a Livorno

La FISAR (Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori) Delegazione di Livorno in collaborazione con Slow Food – Condotta di Livorno, il sostegno del Comune di Livorno e Vetrina Toscana ed il patrocinio di Regione Toscana e Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno, sabato 3 e domenica 4 dicembre 2022 presenta l’undicesima edizione di MareDiVino, evento istituzionale di promozione e conoscenza dei vini della provincia di Livorno e delle produzioni di eccellenza della Toscana.

Nata da un’idea di alcuni sommelier della delegazione FISAR di Livorno per promuovere i vini del territorio, la manifestazione si è trasformata negli anni in una delle più importanti manifestazioni eno-gastronomiche regionali. MareDiVino è la grande “vetrina” dei vini del territorio livornese e della Costa degli Etruschi, dove vengono presentati i prodotti dell’eccellenza gastronomica regionale.

I presenti potranno degustare i vini della provincia di Livorno, primi tra tutti quelli di Bolgheri e della Val di Cornia, ma anche dell’area limitrofa di Montescudaio e di Riparbella, delle zone del Terratico di Bibbona e delle Isole d’Elba e Capraia, incontrando direttamente e personalmente i produttori, potendo così confrontare le diverse realtà del territorio.

Anche quest’anno tutti i presenti potranno partecipare al concorso “Rosso Buono Per Tutti”, arrivato alla sua undicesima edizione con il suo premio “a giuria popolare” dove verranno decretati, con assaggio alla cieca, i migliori vini rossi di prezzo inferiore.

Nell’area gastronomia saranno presenti i prodotti degli agricoltori ed allevatori che condividono ed applicano il principio di Slow Food del “buono, pulito e giusto per tutti”. Tra questi, particolare attenzione sarà dedicata ai produttori di olio Extra Vergine di Oliva, mentre una sezione specifica sarà dedicata ad alcuni dei birrifici artigianali toscani presenti in guida Slow Beer.
MareDiVino 3/4 Dicembre 2022 – Terminal Crociere Livorno

Le aree tematiche di MareDiVino

La grande degustazione al banco

L’evento centrale di MareDiVino è la grande degustazione al banco. Nella scorsa edizione oltre dodicimila visitatori hanno potuto degustare centocinquanta vini di oltre 70 produttori. Lo staff allestirà una postazione per ogni produttore con banco d’assaggio dedicato, con tutto il necessario per presentare al meglio i vini, dove si potrà richiedere il materiale informativo. Perché il vino, prima di assaggiarlo, è sempre meglio ascoltarlo.L’elenco completo di tutti gli espositori sarà scaricabile sul sito  www.maredivino.it

Il concorso a giuria popolare “Rosso buono per tutti”

Il concorso enologico a giuria popolare “Rosso Buono Per Tutti” è un’esclusiva MareDiVino e il successo che sta ottenendo edizione dopo edizione è la riprova dell’alto gradimento da parte del pubblico.
Ciascun produttore potrà presentare in assaggio alla cieca un proprio vino, rigorosamente rosso, IGT, DOC o DOCG di qualsiasi annata, purché il prezzo alla distribuzione non superi i dieci euro IVA esclusa, pari a circa 18 euro al pubblico in enoteca.

In un settore apposito sarà allestito il banco con le bottiglie coperte e numerate (preparate e controllate dai sommelier) mentre l’accesso al concorso sarà possibile solo durante l’apertura della grande degustazione al banco.
Ogni avventore alla fine dell’assaggio redigerà una scheda in cui indicherà i tre vini che giudica di maggior qualità. Dopo lo scrutinio di tutte le schede verranno premiati i tre vini “più votati”.

I risultati saranno resi pubblici il giorno stesso, con premiazione dei primi tre classificati. Non sarà redatta né resa pubblica alcuna classifica degli altri vini.

L’area gastronomia di MareDiVino

I prodotti tipici
Un’ampia area sarà dedicata ai Presìdi Slow Food della Toscana, all’interno di una distribuzione degli stand che privilegerà la rappresentazione territoriale della aziende presenti attraverso il coordinamento delle Condotte e delle Comunità del Cibo toscane di Slow Food. Dai formaggi alle confetture, dal miele al cioccolato passando per i salumi, i prodotti dal forno e i liquori: un territorio che sa esprimere una diversità unica.

I birrifici artigianali
Il fenomeno delle birre artigianali ed agricole negli ultimi anni trova sempre più consensi in un pubblico eterogeneo e maggiormente attento alle novità e alla qualità e MareDiVino, anno dopo anno, ha ampliato il padiglione dedicato alle birre dando spazio, quest’anno, alle diverse interpretazioni dei birrifici artigianali toscani che hanno avuto il riconoscimento della qualità dei loro prodotti con l’inserimento nella prestigiosa guida Slow Beer.

C’è Olio e Olio
La Toscana, da sempre, è sinonimo di Olio e di Vino e questo connubio trova nell’edizione 2022 di MareDiVino il suo culmine. Quest’anno Slow Food Livorno vuole porre l’attenzione sul pericolo che corre l’olivicoltura tradizionale a causa delle coltivazioni intensive. Ciò evidenziando il valore della biodiversità attraverso un percorso immersivo che porterà tutti i presenti ad una maggiore consapevolezza come consumatori finali dando il proprio sostegno ai piccoli agricoltori, scoprendo la salvaguardia dei territori, della biodiversità e delle varietà locali. Le condotte e i produttori presenti racconteranno l’olivicoltura e il recupero degli oliveti facendo conoscere la filiera produttiva sinergica con frantoi e frantoiani che faranno assaggiare i loro prodotti di altissima qualità.

Aspettando MareDiVino

Dal mese di ottobre fino a fine novembre, Slow Food Livorno, con la collaborazione di Fisar delegazione di Livorno, ha messo in programma una serie di incontri per presentare aziende che saranno protagoniste nel salone dedicato al cibo, un modo per presentare realtà virtuose con tempi e modi che permettano anche di approfondire tematiche importantissime quali la tutela della biodiversità, del paesaggio e della salubrità dell’ambiente.

Di seguito eventi già svolti con grandissimo successo di pubblico ed altri ancora da svolgere:

6 ottobre I Vini del Mare – ospite Antonio Arrighi proprietario dell’omonima azienda che ha incantato i partecipanti parlando della storia della sua azienda e della scommessa vinta per il recupero di vecchie tecniche di vinificazione, grande protagonista della serata Nesos – Vino Marino annata 2019

20 ottobre Un altro Allevamento è Possibile – La Tenuta di Paganico “Gli attuali consumi di carne in Occidente sono insostenibili. Le conseguenze sono gravi per tutti: per la nostra salute, per il clima e per il nostro pianeta. (…) Con la campagna Slow Meat Slow Food invita a preferire consumi ragionati e fare scelte pensando anche all’impatto sull’ambiente, al benessere degli animali e alla tutela del lavoro.” Jacopo Goracci, tra i principali attori della campagna Slow Meat, ha approfondito le problematiche legate allo smodato consumo di carne di bassa qualità; ha presentato poi la felice realtà della Tenuta di Paganico e ha guidato la degustazione dei salumi biologici prodotti senza sostanze chimiche direttamente in azienda.

3 novembre Il Pecorino a latte crudo della Maremma – Presidio Slow Food “Se le piccole realtà che praticano allevamento e caseificazione nella stessa azienda sono sempre più rare, in Maremma, sta diventando ancora più rara la caseificazione a latte crudo. Il Presìdio vuole tutelare questa produzione, associando e sostenendo le realtà agricole a ciclo chiuso della zona. I produttori si impegnano a nutrire le pecore con foraggi e granelle di provenienza locale o in certi casi aziendale e a non usare mangimi Ogm. Per produrre i pecorini del Presidio, inoltre, si usa esclusivamente latte crudo, non si aggiungono fermenti selezionati e non si praticano trattamenti sulla crosta.”

Ospiti della serata l’azienda Saba Formaggi e La Valle degli Ulivi.

Aspettando MareDiVino

12 novembre Importanza dell’olio extra vergine di oliva di qualità, analisi andamento annata olivicola. Un immenso oliveto, esteso per oltre un milione di ettari dalla Sicilia alle Prealpi, costituisce da secoli uno dei caratteri distintivi del paesaggio agrario italiano: nessun altro Paese del Mediterraneo può vantare tante varietà, tanti diversi ambienti e adattamenti locali.
Il merito di questa straordinaria diffusione va all’instancabile opera di generazioni di contadini che hanno saputo acclimatare l’olivo in quasi tutto il territorio nazionale. Legata all’olivo e all’olio, si è sviluppata un’economia fatta di complessi rapporti tra olivicoltori, frantoiani e mercanti, capace di “segnare” il territorio, di determinare usanze e comportamenti, di costruire attraverso i secoli unacivilità dell’olivo giunta quasi inalterata fino ai giorni nostri. Ne parleremo con il dottor Lamberto Tosi, referente per la Toscana per il progetto Slow Food Olive.

24 novembre Cittadella della Pesca di Viareggio – difendiamo il pescato locale Una serata di approfondimento sulle problematiche del mare tra burocrazia difficile da gestire ed un mare sempre più in difficoltà, e di conseguenza chi del mare vive, per il cambiamento climatico che porta ad avere ancora nel mese di ottobre temperatura dell’acqua molto al di sopra della media stagionale. Sarà l’occasione anche per parlare di specie poco conosciute e nuovi abitanti dei nostri mari, seguirà dimostrazione di lavorazione del pesce e degustazione.

La Settimana di Gusto

MareDiVino sarà l’evento di chiusura della Settimana del Gusto.

I giorni antecedenti alla manifestazione, infatti, saranno ricchi di eventi, e daranno vita alla Settimana di Gusto dedicata, oltre al vino, alla valorizzazione della cultura del cibo e del gusto del territorio. Gli incontri di Gusto 2022 presenteranno al pubblico i nuovi talenti emergenti nel panorama della ristorazione toscana; dopo aver portato fortuna al nostro caro, Stefano Pinciaroli, che ha ricevuto la stella verde Michelin quest’anno, speriamo di fare altrettanto con questi nuovi astri nascenti, tutti meritevoli, tutti col dono di eseguire piatti in grado non solo di nutrire, ma di emozionare il palato! Potrete conoscerli nella splendida e confortevole cornice dei Bagni Lido Livorno, dove la Famiglia Ganni e Brondi Food vi aspetteranno insieme a noi di FISAR dal 28 novembre al primo dicembre.

Lunedì 28 Novembre: chef Gabrio Dei accompagnato dai vini dell’Azienda Agricola Fontuccia (Isola del Giglio)
Da tempo sotto le attenzioni di giornalisti e critici enogastronomici, il giovane Gabrio annovera già nel suo curriculum importanti collaborazioni in ristoranti di alto livello. Nei suoi piatti, intensi e molto eleganti, la tradizione italiana viene affiancata da piacevoli atmosfere orientali, rendendoli unici ed accattivanti. Fatevi quindi travolgere dalla cucina di Gabrio Dei executive chef di Anastasia Bistrot Scandicci (Fi).

Martedì 29 Novembre: chef Ilan Catola accompagnato dai vini di La Piana e Orti Grandi (Isola di Capraia)
Cresciuto dal punto di vista gastronomico presso la locanda Garzelli, Ilan ha presto sentito, oltre alla passione per la cucina, l’esigenza di contribuire al miglioramento dei ristoratori italiani diventandone un formatore: da allora infatti insegna in varie scuole di aggiornamento, riservate a professionisti, fornendo anche consulenze personalizzate a vari locali. Il suo ristorante quindi è un ristorante diffuso su tutto il territorio toscano, durante questa serata potremmo gustarne una sintesi, che racchiuda storia, tradizione e prodotti locali, capisaldi anche della cucina Slow. Tutto questo è Ilan Catola tradizione, innovazione e sostenibilità nella Nuova cucina Toscana targata 2022.

Mercoledì 30 Novembre: chef Simone Gambini accompagnato dai vini di Cantina Parasole e dell’Azienda agricola Castellari (Isola del Giglio)
Il giovane Simone si e innamorato della cucina facendo le stagioni da adolescente, tra un anno di scuola e l’altro: la cucina del Ciocio e Luca Landi presso “Lunasia” sono state le esperienze che hanno maggiormente segnato il suo cammino finché, con la sua dolce metà ha deciso di aprire a Livorno “Azzighe: osteria a metà”, un’oasi di gusto in cui i colori del popolo labronico diventano chic, in cui i sapori intensi della cucina locale vengono esaltati senza stravolgerli, ma dando loro la giusta luce per renderli unici nel patrimonio Nazionale: venite a scoprire la Livorno del Futuro attraverso i piatti di Simone Gambini.

Giovedì 1 Dicembre: chef Maddalena Ughi accompagnata dai vini dell’azienda agricola Mazzarri (Isola d’Elba)
La vita spesso ci riserva delle sorprese e una di queste è Maddalena Ughi, in arte “Mad Japanise”, che nel bel mezzo di un’altra vita è rimasta folgorata dalla grande passione per il Giappone e per il suo cibo, tanto da portarla a viaggiare studiare e cucinare con illustri maestri e mentori nipponici, apprendendo i segreti della cucina tradizionale, che è molto più di un semplice sushi. L’Oriente, quello vero, è approdato a Livorno, le ricette nipponiche hanno incontrato ingredienti locali in un matrimonio d’amore, tutto questo grazie a Maddalena Ughi, executive chef del Mad.Japanise Dining Room: veniteli a scoprire il primo dicembre!

Tutti gli abbinamenti di questa edizione 2022 sono pensati per privilegiare i vini dell’Arcipelago, per sancire questo matrimonio tra terra e mare da cui nasce Maredivino!

Il programma completo sarà scaricabile sul sito www.maredivino.it
Per prenotare il vostro posto ad una delle serate della Settimana di Gusto contattate il numero +39 335 801 4445
MareDiVino 3/4 Dicembre 2022 – Terminal Crociere Livorno
MasterClass MareDiVino 2022 I Grandi Rossi di Bolgheri

Venerdì 2 Dicembre, ore 20:45 Sala Panoramica Acquario di Livorno Piazza Mascagni 1, Livorno

Per quest’anno la degustazione di apertura di MareDiVino sarà una grande MasterClass dedicata ad alcuni tra i più rappresentativi vini rossi di Bolgheri. A guidare la serata saranno Luca Canapicchi e Davide Amadei, entrambi figure centrali della Delegazione di Livorno e FISAR in generale, ma soprattutto grandi sommelier esperti di enografia nazionale ed internazionale.

Avremo la possibilità di degustare alcune tra le etichette più prestigiose della zona del bolgherese, quali:

Sassicaia Bolgheri Sassicaia doc 2019 – Tenuta San Guido
Arnione Bolgheri Superiore doc 2018 – Campo alla Sughera
Grattamacco Bolgheri Superiore doc 2018 – Grattamacco
Sapaio Toscana Rosso igt 2018 – Podere Sapaio
Mulini di Segalari Bolgheri Superiore doc 2019 – Mulini di Segalari
Campo al Fico Bolgheri Superiore doc 2019 – I Luoghi
Le Gonnare Bolgheri Superiore doc 2019 – Fabio Motta
Piastraia Bolgheri Superiore doc 2019 – Michele Satta
Campo al Signore Bolgheri Superiore doc 2018 – Tenuta Campo al Signore

Il costo della serata sarà di €65, prenotazione obbligatoria dal sito ufficiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *