Anselmet seduce i Decanter Wine World Awards con il suo Petit Arvine

Di • 30 Giu 2014 • Rubrica: Da vedere e da sapere, Le aziende informano
Stampa questo articolo

Il valore di questa manifestazione internazionale di settore lo confermano i numeri, con più di 15.000 vini degustati da tutto il mondo e una giuria composta da oltre duecento tra commercianti, sommelier, scrittori e giornalisti il confronto è davvero arduo anche per l’Italia, nonostante la sua cultura storica e la sua vocazione vitivinicola.

“Il confronto è sempre difficile, ma stimolante! Quando poi è di alto livello lo è ancora di più. Per me è fondamentale capire cosa pensano dei miei vini gli esperti internazionali. Maison Anselmet è una realtà piccola, ma le nostre ambizioni sono grandi perché crediamo nella qualità e nella professionalità del nostro lavoro e quindi abbiamo deciso di partecipare ai DWWA per la terza volta, e siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti.” (Giorgio Anselmet)

In occasione dell’edizione 2014 dei DWWA Maison Anselmet ha investito tre dei suoi vini della grande responsabilità di portare la propria Azienda a livello mondiale e questi tre vini: Vda Petite Arvine Dop, VdA Chambave Muscat Dop e VdA Müller Thurgau Dop si sono fatti notare, tutti e tre, rispettivamente con la medaglia d’oro, d’argento e la menzione.

Il Vallée d’Aoste Petite Arvine Dop che è stato insignito della medaglia d’oro. È un vino di buona intensità piacevole già alla vista con un colore giallo brillante. Al naso esplode un mondo di profumi intensi e ben definiti: apre immediatamente citrino mettendo poi in risalto la mela cotogna fino a portare verso note più impegnative come zafferano e melissa. In bocca avvolge il palato con fascino grazie all’affinamento in piccoli fusti di rovere francese, dei quali il 30% è nuovo, bilanciando la grande mineralità di questo vino di montagna e mostrando la propria indole tramite una lunga acidità.

Il Vallée d’Aoste Chambave Muscat Dop ha conquistato invece la medaglia d’argento. È questo un vino immediatamente riconoscibile. Alla vista ha colore giallo paglierino, mentre all’olfatto è intenso e manifesta le caratteristiche del moscato. Al gusto infine è piacevole fine, delicato e aromatico,

“I vitigni internazionali, categoria in cui rientra il nostro Vallée d’Aoste Müller Thurgau Dop, – secondo Giorgio Anselmet – sono un po’ penalizzati da giurie con una valenza così internazionale, e quindi significa che dovremo lavorarci ancora … va bene così”.

 

Share

Lascia un commento