Digita una parola o una frase e premi Invio

Export dei vini italiani: altro che pandemia, qui il problema sarà la Brexit

Alcuni dati, tratti da un articolo del Sole 24 Ore del 23 aprile scorso:

-È aumentata in Gran Bretagna l’importazione di vini australiani e argentini. L’ultimo dato parla di una crescita del 25%.
-A gennaio 2021, primo mese della Brexit, il vino made in Italy nel Regno Unito ha incassato un crollo del 36%

Si parla del terzo mercato per l’Italia, che vale (valeva?) 716 milioni di euro. Il fatto è che ci saranno fino a dodici nuovi vincoli obbligatori per una cantina italiana che vuole esportare il suo vino nel Regno Unito nel post-Brexit: nuove etichette, nuovi imballaggi, eccetera..

Insomma, i pub stanno riaprendo, il Covid passerà (speriamo!). La Brexit no. Incrociamo le dita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi