Anteprima dei vini di Toscana 2024: Chianti Classico Gran Selezione

0
417

Il Chianti Classico Gran Selezione compie dieci anni, e in dieci anni i produttori che hanno scelto di riservare almeno una etichetta a questa tipologia sono aumentati dai 33 iniziali agli attuali 169. Il “verbo” del Consorzio di Tutela di Chianti Classico situa la Gran Selezione al vertice della piramide produttiva del territorio, scavalcando così la gloriosa tipologia della Riserva. Tempi di affinamento più lunghi, e poi una connotazione più marcatamente territoriale: spesso le uve arrivano da vigneti singoli ritenuti particolarmente vocati, e nel ritocco del disciplinare del 1 luglio 2023 è stato consentito l’uso delle “unità geografiche aggiuntive” (UGA) per meglio comunicare la sottozona di provenienza.

Dalle uve ammesse dal disciplinare è poi interessante leggere in filigrana lo svolgimento della linea storica del vino toscano. Se ad un certo punto, grazie al successo dei supertuscan e dall’indubbiamente ottima acclimatazione delle uve “non toscane”, si è consentito nelle tipologie “annata” e Riserva l’utilizzo di cabernet sauvignon e merlot (fino al 20% dell’uvaggio), con la Gran Selezione è stato deciso di tornare nell’alveo della tradizione, sia quella più “antica” con l’utilizzo per un massimo del 10% di uve rosse autoctone (colorino, canaiolo, ciliegiolo, malvasia nera, mammolo, pugnitello) sia quella che in tempi più recenti ha scelto il sangiovese in purezza come vino iconico del territorio e massimo cimento del vignaiolo toscano.

Last but not least, la Gran Selezione si sta facendo strada nella conoscenza dei consumatori, nelle valutazioni della critica e nei fatturati che progrediscono nel mercato italiano (+14% rispetto al 2021) e ancor più in quelli esteri (in valore e/o in volume) dove toccano progressi del 2023 sul 2022 del +60% in Canada e del 100% in Svezia.

Qui di seguito alcune note di degustazione dei campioni dell’annata, purtroppo limitate dalle tante indisponibilità di etichette quando la sessione di degustazione era ancora lontana dal suo termine.

Gran Selezione 2021 – Brancaia (sangiovese, bio)
Un naso composto e non esplosivo esprime una suadente e levigata frutta nera. La beva è potente, segnata ancora da un sensibile contributo del rovere.

Gran Selezione La Corte 2021 – Castello di Querceto (sangiovese)
Freschezza e finezza in un naso che esprime belle note di ribes e mirtillo. Coerente in bocca, dove sconta una buona progressione e un finale pieno di energia.

Gran Selezione Tenuta Fizzano Il Crocino 2021 – Famiglia Zingarelli – (90% sangiovese, 10% colorino)
Una opulenta frutta rossa convive con qualche tono acre riconducibile al rovere, ribadito in una bocca di spessore, con una buona tendenza ad espandersi all’approssimarsi del finale di beva.

Gran Selezione Strada al Sasso 2021 – Tenuta di Arceno (sangiovese)
Naso di buona profondità, freschezza e ampiezza, caratteristiche che vengono ribadite in una bocca succosa dai tratti ancora giovanili. Finale vibrante.

Gran Selezione 2020 – Carpineto (sangiovese)
Naso intenso ed espressivo marcato da toni affumicati. In bocca è compatto, materico, anche se alla lunga il rovere si fa sentire.

Gran Selezione 2020 – Casa Emma (sangiovese, bio)
Nase levigato, pulito, di media espressività. In bосса bell’equilibrio in una beva saporita e sapida. Buon finale.

Castello di Albola 2020 – Il Solatio (sangiovese, bio)
Finezza e fascino in un naso di carattere prevalentemente floreale. Bocca fresca, reattiva e saporita.

Gran Selezione 2020 – Castello di Bossi (sangiovese, bio)
Note balsamiche e mentolate accompagnano una cospicua quantità di frutta rossa al naso. Beva leggera sul palato, scorrevole e di piacevole succosità.

Gran Selezione Valore di Famiglia 2020 – Famiglia Cecchi (sangiovese)
Naso di carattere classico, accattivante su note di frutta rossa e spezie. In bocca colpisce per la succosità e la leggerezza, e anche per un finale “pirotecnico”.

Gran Selezione Il Puro 2020 – Castello di Volpaia (sangiovese, bio)
Olfatto intenso, persistente ed elegante. Ampio in bocca, dove è succoso rimanendo espressivo e bello, anche nel finale.

Gran Selezione Vigna Bastignano 2020 – Conti Capponi-Villa Calcinaia (sangiovese, bio)
Di colore rubino intenso, è un vino di grande espressività e in bocca è compatto, materico, potente.

Gran Selezione Vigna Sessina 2020 – Dievole (sangiovese, bio)
Espressione ampia di frutta rossa in un naso delicato; in bocca è di media struttura ed espressività; finale fresco.

Gran Selezione 2020 – Nittardi (sangiovese, bio)
Fine e delicatamente floreale al naso, un carattere ribadito in un palato fresco e scattante.

Gran Selezione Cortine 2020 – Pieve di Campoli
Naso espressivo, carnoso e polposo. Positiva conferma in una bocca pungente, di buona freschezza nell’esposizione del frutto e saporita nel finale.

Gran Selezione Casasilia 2020 – Poggio al Sole (sangiovese, bio)
Fresco, penetrante, mentolato in un naso intenso e persistente. La beva è scorrevole anche se forse non particolarmente dinamica e contrastata.

Vigna Montebello Sette 2020 – Tolaini (sangiovese)
Naso caldo, elegante e dai toni delicatamente affumicati. Bocca snella, reattiva, dal bel rilancio gustativo.

 

Riccardo Farchioni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here