Whisky from Sardinia: la nuova scommessa di Elio Carta

0
383

Il whisky sta guadagnando un posto sempre più prominente anche in terra italica. Sebbene il nostro paese non vanti alcuna storia e tradizione a rigiuardo del “re” dei distillati, negli ultimi anni abbiamo assistito ad una crescente attività da parte di aziende consolidate e giovani distillatori, tutti desiderosi di sperimentare e innovare. Ciò che potenzialmente può rendere interessante la scena del whisky in Italia è, come in molti altri ambiti, la sua diversità. Da Nord a Sud, si possono trovare ingredienti locali e tecniche di produzione uniche, che possono dar vita a una vasta gamma di stili e sapori. Con questo approccio guidato dalla curiosità, mi sono accostato all’ultima “invenzione” di un’azienda che in quanto a capacità di sperimentare ed innovare non teme rivali.

Sto parlando dell’ultimo nato in casa Silvio Carta, il Whisky from Sardinia, frutto della maestria e della creatività dell’eclettico Elio, figlio del fondatore. Presentato in anteprima dalla redazione di vinodabere.it a Roma, questo nuovo distillato si inserisce con orgoglio nella già ricca famiglia dei prodotti dell’azienda sarda, portando con sé l’eredità di una lunga tradizione e l’entusiasmo di una continua ricerca di qualità e autenticità.

Da oltre sessant’anni, la famiglia Carta si dedica con passione alla produzione della rinomata Vernaccia di Oristano, un’autentica eccellenza della tradizione vitivinicola sarda. Tuttavia, la loro attività non si limita alla sola produzione vinicola: con l’entrata in scena di Elio, nel 1972, l’azienda ha intrapreso un percorso di diversificazione e sperimentazione, ampliando la propria gamma di prodotti con liquori, distillati e spirits di alta qualità. Prodotti che hanno sempre uno stesso obiettivo: raccontare la ricchezza e la varietà del territorio sardo.

Il Whisky from Sardinia – prodotto (per ora) in tiratura limitata di 1500 bottiglie da 50cl, con un grado alcolico del 43,7% – rappresenta un’interessante novità nel panorama dei liquori e distillati isolani. Si distingue per l’uso esclusivo di orzo distico sardo, coltivato nell’isola, e per l’affinamento in botti di castagno centenarie, in precedenza impiegate per la maturazione della Vernaccia di Oristano, uno dei prodotti di punta dell’azienda.

Due fattori – la materia prima di base e il contenitore di affinamento – che rivelano l’anima profondamente sarda di questo whisky e che lo rendono, di conseguenza, unico nel suo genere. L’originalità e la riconoscibilità si riscontrano anche nei caratteri organolettici del prodotto, che spicca per complessità aromatica: note di cereali e caramella d’orzo, off course, poi mandorla e frutta secca. Si sente anche la parte vinosa e lievemente ossidativa della Vernaccia, ma contrastata da profumi più freschi e speziati, come il pepe bianco e lo zenzero candito. All’assaggio, il whisky ha una buona consistenza e oleisità, con sentori di uva appassita, prugna secca e una persistenza confortevole nel finale. La bottiglia si presenta con una confezione elegante e raffinata, dove spicca l’etichetta “From Sardinia” che vuole sottolineare l’origine territoriale del prodotto e, al contempo, dare il giusto tributo ai “padri” di questo distillato. Una prima edizione davvero convincente, che, dopo “soli” quattro anni, regala già una bella bevuta. Non resta che seguirlo nel tempo!

Franco Santini

Franco Santini (santini@acquabuona.it), abruzzese, ingegnere per mestiere, giornalista per passione, ha iniziato a scrivere nel 1998 per L’Ente Editoriale dell’Arma dei Carabinieri. Pian piano, da argomenti tecnico-scientifici è passato al vino e all’enogastronomia, e ora non vuol sentire parlare d’altro! Grande conoscitore della realtà vitivinicola abruzzese, sta allargando sempre più i suoi “confini” al resto dell’Italia enoica. Sceglie le sue mète di viaggio a partire dalla superficie vitata del luogo, e costringe la sua povera compagna ad aiutarlo nella missione di tenere alto il consumo medio di vino pro-capite del paese!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here