Digita una parola o una frase e premi Invio

Buona la prima

Il primo Nebbiolo di Francesco Versio, talento giovane di Langa, dopo che i suoi Barbaresco già avevano fatto gridare al miracolo.
L’ho bramato tanto perché mi aveva letteralmente stregato, quando lo assaggiai in cantina dalla sua unica botte, a gennaio scorso.
Ne ritrovo intatta la grazia, e quella luce interiorizzata a cui non so resistere, così prodiga di sfumature e di non detto.
Lui si libra, danza, chiama levità.
Possiede il garbo del vino nudo: dai suoi profumi esonda finezza, la sua trama è come intessuta a macramé.
E poi, quando lo bevi, ti vien da chiudere gli occhi.  Avrai sguardi solo per lui.

___§___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi