Regina nobile e ribelle: questa è la Vernaccia di San Gimignano. Seconda parte, “Timeless Vernaccia”

0
1046


In questa “seconda parte” dedicata al vino citato da Dante e da Boccaccio che colora di bianco il cuore di una regione “rossista” come la Toscana, uniamo le note di degustazione delle Vernacce delle vendemmie precedenti all’ultima (e quindi anche delle Riserve, sicuramente più “leggibili” delle ancora giovanissime 2022), a quelle delle 12 etichette selezionate dal primo (e per ora unico) master of wine italiano Gabriele Gorelli per la consueta degustazione nella splendida sala Dante del palazzo comunale di San Gimignano in occasione della quale, come di consueto, è stato bello osservare come territori e stili di produzione hanno retto un lungo viaggio indietro nel tempo arrivato fino al 1997.

Le dodici etichette di “Timeless Vernaccia”

Vernaccia di San Gimignano Campo della Pieve 2018 – Il Colombaio di Santa Chiara
Vigna di 3 ettari, composizione prevalentemente sabbiosa, esposizione sud, altitudine 350m slm
Il colore è giallo intenso; and un olfatto caratterizzato note floreali e di frutta tropicale fa seguito un palato densa, una beva espressiva, aromaticamente impattante e persistente. Finale pulito e di bella energia.

Vernaccia di San Gimignano Fiora 2018 – Fornacelle
Vigna di 0,8 ettari, esposizione sud-est, composizione prevalentemente sabbiosa, altitudine 200m slm
L’uva di questa selezione viene lasciata un po’ più a lungo sulla pianta. All’olfatto prevale il frutto maturo, e in bocca si avvertono dolcezza, morbidezza e grande struttura. Arriva compatta e potente ad un finale percussivo.

Vernaccia di San Gimignano 2017 – Guicciardini Strozzi
Una bella espressione di frutta gialla e tropicale con rimandi di miele caratterizza un naso di media intensità, persistente, maturo e suadente. Buona progressione nella beva che chiude pulita.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Benedetta 2016 – Fattoria San Donato
Vigna di 1.5 ettari, esposizione nord-est e sud-ovest, terreno di medio impasto, altitudine 400m slm
Grande intensità olfattiva che esprime spezie, agrumi, miele. Ingresso in bocca subito pieno, compatto, al quale fa seguito una beva di buona freschezza e da un finale caratterizzato da spezie pungenti.

Vernaccia di San Gimignano Le Mandorle 2016 – Fattoria Poggio Alloro 
Vigna di 1.5 ettari, esposizione a nord est; terreno di medio impasto, altitudine 200m slm
Si avvertono cenni di idrocarburi in una bella espressione di fiori gialli. In bocca è compatto, pieno, progressivo, anche snello, e potente nel finale quasi tannico.

Vernaccia di San Gimignano Clara Stella 2015 – Cappellasantandrea 
Vigna di 2.5 ettari, esposizione nord-est, terreno prevalentemente sabbioso, altitudine 220m slm
Naso leggero, floreale, nitido, con una spruzzata di scorza di limone. La beva, snella e fresca, induce alla salivazione; non lunghissimo nel finale ma è un vino bevibile e giovanile.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Vigna a Solatio 2015 – Casale Falchini
Al naso affascinanti note minerali, pietrose, speziate e affumicate configurano un quadro espressivo ed elegante. Potente e pieno, è vellutato e giunge ad un finale “tannico” di grande impatto.

Vernaccia di San Gimignano Vigna Santa Margherita 2014 – Panizzi
Vigna di 3ha, esposizione sud, sud-ovest, terreno composo da tufo e argilla gialla, altitudine 300m slm
La Vernaccia delle origini, che viene da quella vigna Santa Margherita dove iniziò la sua avventura Giovanni Panizzi, il pioniere che rivoluzionò la viticoltura a San Gimignano. L’annata è di quelle “povere”, e il naso è affascinante e garbato, elegante nei suoi toni di fiori bianchi, gelsomino, e nei cenni di idrocarburo. Di media struttura in bocca, sfoggia freschezza e succosità, ed un finale dal bel carattere.

Vernaccia di San Gimignano Riserva 2014 – La Lastra (Bio)
Vigna di 1.5 ettari, terreno di medio impasto, esposizione sud est, altitudine sui 250 m slm
Bel quadro di fiori gialli espresso con buona persistenza. Partenza in bocca saporita, poi la beva è succosa e termina con media persistenza.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Signorina Vittoria 2011 – Tollena
Una Riserva ottenuta dalla scelta delle migliori uve dei vigneti (18 ettari in tutto), in cui la vernaccia viene completata da un 5% di chardonnay e 5% di malvasia. Al naso note di frutta secca, polvere di caffè, e sensazioni quasi da vino rosso. Rotonda e vellutata all’ingresso, sorprende con una beva reattiva, fresca, che sollecita e sfida l’attenzione.

Vernaccia di San Gimignano Hydra 2007 – Il Palagione
Vigna 3 ettari, esposizione nord-est, composizione prevalentemente argillosa, altitudine 300-350m slm
Da una vigna con esposizione “anomala” arriva un vino che sorprende: profumi imperiosi e persistentissimi di fiori e frutta gialla sono affiancati a sensazioni minerali e pietrose, configurando un olfatto acuto e luminoso. Attacco freschissimo in una beva di un vino che sembra fatto ieri, e che sfoggia anche un bello scatto finale.

Vernaccia di San Gimignano Carato 1997 – Montenidoli
Vigna I Gobbi, (1.7 ettari, esposizione sud, altitudine 350m slm) e Il Templare (2.3 ettari, esposizione sud-est, altitudine 550m slm)
Premessa: Elisabetta Fagiuoli è un vero mito, e quando la si sente parlare è veramente trascinante. Questa Vernaccia è piena di fiori e frutta gialla, accompagnati da miele e leggero caramello. Subito reattiva, dinamica, in una beva che sfida e rilancia in continuazione una straordinaria ricchezza di rimandi aromatici.

Annate 2021 e 2020

Vernaccia di San Gimignano Astrea 2021 – Alessandro Tofanari
Bell’olfatto pieno, importante, caratterizzato da ampie e persistente sensazioni di fiori gialli. In bocca è un vino caratteriale, ancora da domare, compatto e saporito.

Vernaccia di San Gimignano Sassa 2021 – Alessandro Tofanari
Caratteri simili al vino precedente anche se si avverte maggior levigatezza e mineralità. Beva succosa e belle vibrazioni fini nel finale.

Vernaccia di San Gimignano Rialto 2021 – Cappellasantandrea
Naso pulito, di carattere floreale (si avverte soprattutto la lavanda). Lo sviluppo in bocca è lineare e piacevole, la beva tende ad espandersi, a riserva per il finale una grande energia.

Vernaccia di San Gimignano Clamys 2021 – Cesani
Sensazioni di frutta tropicale (mango e papaya) e di melone configurano un olfatto ricco che si ripropone coerente all’ingresso in bocca. Buona tenuta aromatica e finale brillante.

Vernaccia di San Gimignano Donna Gina 2021 – Fattoria di Fugnano
Naso persistente, speziato, in cui si avvertono note di zafferano e vaniglia. Di media consistenza in bocca, è ampio, fresco e leggero sul palato.

Vernaccia di San Gimignano Acquaiole 2021 – Fattoria La Torre
Il naso è dominato dalla frutta bianca e tropicale, in bocca è potente e compatta.

Vernaccia di San Gimignano Campo della Pieve 2021 – Il Colombaio di Santa Chiara
Sensazioni di pesca e agrume dolce in un naso “caramelloso”. Compatto, scorrevole, è di suadente dolcezza al palato.

Vernaccia di San Gimignano Tradizionale 2021 – Montenidoli
Naso affascinante, giocato fra il miele, la crema pasticciera, la frutta gialla. Beva compatta, saporitissima, progressiva, pulita e finale lungo.

Vernaccia di San Gimignano Fiore 2021 – Montenidoli
Naso di buona finezza, giocato fra i fiori e frutta bianca. Bella consistenza e articolazione di beva molto piacevole, in cui si avvertono succosità e sofficità.

Vernaccia di San Gimignano Ostrea 2021 – Mormoraia
Sensazioni di fiori bianchi e di pera configurano un naso fine; carattere simile in una bocca nitida e levigata.

Vernaccia di San Gimignano Vigna Santa Margherita 2021 – Panizzi
Naso minerale, pietroso, pirico. Bella scorrevolezza e tessitura fine al palato.

Vernaccia di San Gimignano 2021 – Podere Le Volute
Naso fine, sussurrato. Non grande impatto, comunque un vino più che corretto.

Vernaccia di San Gimignano Viti Sparse 2021 – Terre di Sovernaja
Si avverte nella beva una lenta progressione; è fresco, pulito e saporito nel finale.

Vernaccia di San Gimignano Tollena 2021 – Tollena
Note affumicate in un naso ampio e persistente. In bocca è reattivo, fresco, con una buona progressione. Arriva molto succoso ad un bel finale.

Vernaccia di San Gimignano Angelica 2020 – Fattoria San Donato
Olfatto seducente pieno di fiori gialli. Bocca compatta e concentrata.

Vernaccia di San Gimignano Lyra 2020 – Il Palagione
Una piacevole caramella d’agrume (soprattutto mandarino) caratterizza il naso e anche una bocca in cui c’è freschezza e compattezza della beva.

Vernaccia di San Gimignano Carato 2020 – Montenidoli
Naso d’impronta floreale anche se non manca una componente di frutta bianca.  In bocca tanta materia ed eleganza anche se si avverte il rovere ancora da smaltire.

Vernaccia di San Gimignano Ventanni 2020 – Palagetto
Fiori e frutta bianca ed un agrume leggero al naso preludono ad una bocca dall’impatto non travolgente ma vellutata, delicata e fresca.

Riserve 2021

Vernaccia di San Gimignano Riserva 2021 – Collemucioli
Al naso si avvertono note intense di confetto e frutta bianca. Attacco fresco, succoso, aromaticamente imponente, e la beva è tesa e saporita.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Le Mandorle 2021 – Fattoria Poggio Alloro
Il naso, ampio e persistente, è dominato da note di fiori gialli, miele d’acacia. In bocca è compatto, concentrato, saporito, con evidenti apporti del rovere. Il finale spinge  potente.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Ori 2021 – Il Palagione
Note di fiori bianchi dominano un olfatto espressivo e delicato. Compatto e potente in una beva in cui non mancano rimandi boisé del rovere.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Biscondola 2021 – Poderi del Paradiso
Olfatto elegante e arioso, con note speziate che si confermano in una bocca reattiva, nervosa e saporita. Tanta energia nel finale.

Vernaccia di San Gimignano Riserva La Ginestra 2021 – Signano
Naso pieno e intenso, in cui si avvertono nette note di cedro e di zafferano. Beva snella ed espressiva anche se forse di impatto inferiore alle attese.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Prima Luce 2020 – Cappellasantandrea
Fiori gialli e miele vengono ben espressi in un naso persistente. Medio impatto in bocca dove la linea aromatica è piacevole e la beva è molto fresca.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Crocus 2020 – Casa alle Vacche
Naso affascinante, con le sue note di salvia, rosmarino e macchia mediterranea. Conferma del carattere gagliardo in bocca, che tiene bene. saporita e termina con un gran bel finale.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Benedetta 2020 – Fattoria San Donato
Elegante in un naso caratterizzato da note floreali e minerali. Coerente in bocca, è compatto, fresco e saporito.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Fiora 2020 – Fornacelle
Naso fresco e levigato che si esprime bene su note di fiori gialli. In bocca è pieno ma sfoggia anche bella reattività, è succosa e saporita.

Vernaccia di San Gimignano Riserva L’Albereta 2020 – il Colombaio di Santa Chiara
Agrume dolce, spezie e miele segnano un olfatto le cui sensazioni si ripropongono coerenti in una beva assai succosa.

Vernaccia di San Gimignano Riserva 2020 – La Lastra
Naso lieve che si esprime con note di fiori bianchi; la beva ha buon impatto e al tempo stesso è leggera sul palato, ed è freschissima.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Per Bruno 2020 – Poderi Arcangelo
Colore giallo intenso e naso all’insegna dei fiori gialli, del miele e delle spezie. Conferma in una beva ampia, succosa e leggermente astringente nel finale.

Vernaccia di San Gimignano Riserva 2020 – Poderi Arcangelo
Le note di fiori gialli dominano l’olfatto; in bocca è compatta, progressiva e potente.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Vigna ai Sassi 2020 – Tenuta Le Calcinaie
Profumi molto fragranti, che investono con “folate” agrumose; stesso carattere in bocca, dove però si avverte anche un rovere piuttosto presente.

Vernaccia di San Gimignano Riserva I Mocali 2020 – I Vagnoni
Fiori gialli e zafferano caratterizzano un olfatto intenso e persistente; bella beva con un rovere percepibile verso il finale.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Vigna a Solatio 2019 – Casale Falchini
Fiori gialli e note speziate.In bocca è vellutato, spesso , saporito  coerente con le note olfattive. Finale percussivo.

Vernaccia di San Gimignano Riserva 2019 – Guicciardini Strozzi
Naso “sussurrato”, su note floreali; delicatezza e freschezza in una beva di medio impatto, e che termina con bella ampiezza.

Vernaccia di San Gimignano Riserva 2019 – Panizzi
Erbe aromatiche, alloro e un bel corredo floreale caratterizzano un olfatto di bel fascino. Bocca piccante grazie ad una efficace acidità integrata, che propaga le sue vibrazioni finissime fino al finale succoso.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Isabella 2019 – San Quirico
Elegante al naso su note di fiori e frutta bianca, al palato è fresca e saporita, snella e reattiva. Bel finale.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Sant’Elena 2019 – Teruzzi
Delicato e fine all’olfatto, sin dall’ingresso in bocca sfoggia un bell’impatto, per poi andare in bella progressione; grande freschezza.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Signorina Vittoria 2019 – Tollena
Speziata ed elegante al naso su note di frutta bianca; in bocca è succosa e bevibile. Bello il finale.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Mareterra 2018 – Casa Lucii
Zafferano e fiori gialli dominano il naso persistente di un vino compatto, spesso e potente al naso.

Riccardo Farchioni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here