Articoli per la parola chiave ‘vini Trentino’

Assaggi a tema libero, fra Natale e l’Epifania

Di • 9 Gen 2019 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Massimo Zanichelli
Bollicine, vini bianchi, vini rossi, un Vin Santo e anche un Marsala; uve “foreste” che abitano da sempre in territorio italico e vitigni autoctoni più o meno famosi. Ecco cosa trovare in questi appassionati assaggi “festivi”



Besler Biank di Pojer e Sandri, una verticale d’alta quota

Di • 8 Ago 2018 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Brandi
Bella degustazione di una delle icone vinose del magico duo trentino, un assemblaggio che nel tempo ha cavalcato le annate secondo la bontà delle produzioni, ma che prevalentemente ha visto ruotare riesling renano, kerner e Incrocio Manzoni in tagli variabili e con correzioni a volte di sauvignon blanc o pinot bianco, ma sempre a denominazione Vigneti delle Dolomiti Igt



“Selecta” in degustazione a Palazzo Brancaccio

Di • 16 Nov 2016 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Brandi
ROMA – C’era solo l’imbarazzo della scelta, lo scorso 24 ottobre, nella splendida cornice di Palazzo Brancaccio, nel cuore di Roma, quando mi sono immerso fra i banchi di degustazione proposti dalla casa di distribuzione Selecta, fondata nel 1989 da Guido Bruzzo, Luciana Schena e Roberto Melloni



Due o tre cose da dire su Vinitaly 2015

Di • 20 Mag 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Lamberto Tosi
Vinitaly, si sa, è l’evento principale del panorama enologico nazionale e difficilmente se ne può stare fuori. Anche chi si inventa eventi satellite lo fa in riferimento alle sue date



Le nobili “Vette” di Tenuta San Leonardo

Di • 5 Mar 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Brandi
È nel profondo nord, nel Trentino, luogo incantevole forse molto più in estate piuttosto che d’inverno quando in tanti godono delle sue vette innevate, che ho già avuto modo di apprezzare una famiglia legata al vino in modo viscerale, una famiglia nobile tanto quanto i loro vini



I Dolomitici, Liberi Viticoltori trentini

Di • 12 Feb 2014 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Modesti
Fino a pochi giorni fa non sapevo nulla di questo gruppo di (dieci) viticoltori trentini animati da grandi intenzioni per nobili obiettivi. Si autodefiniscono un “Consorzio di liberi viticoltori trentini”, con sottotitolo “Siamo dieci viticoltori uniti dall’amicizia, dalla solidarietà e da una visione comune: la valorizzazione dell’originalità e della diversità della viticoltura trentina nel rispetto di un’etica produttiva condivisa”



Rosso Antico al BBeQ – Storiche annate di grandi rossi incontrano la cucina di Carlo Tanoni

Di • 4 Gen 2012 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Brandi
C’eravamo lasciati qualche mese fa con due grandi approfondimenti nella dimensione dei vini rossi, dei grandi rossi da invecchiamento, ripartendo la nostra analisi in due distinte tipologie: monovitigni e assemblaggi. E’ stato un viaggio impegnativo e trasversale



Bollicine su Trento. Territori a confronto: Trentodoc Vs Champagne

Di • 14 Dic 2011 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Claudio Corrieri
TRENTO – A Trento, a sprezzo del pericolo, una interessante degustazione comparativa fra due mondi di bollicine. Allo stile consolidato e al privilegio storico della Champagne, risponde con rinnovato entusiasmo una denominazione in decisa crescita di personalità, tutta italiana e montanara.



Bollicine (trentine) d’antan

Di • 1 Set 2011 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Farchioni
In un immaginario grande vigneto delle bollicine italiane il Trentino si identificherebbe, assieme alla Franciacorta, con la parte “blanc” dello chardonnay lasciando all’Oltrepò Pavese la zona “noir” del pinot



Le bollicine d’altura dei Trentodoc

Di • 23 Dic 2010 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Farchioni
TRENTO – Questa rassegna “esce” in prossimità del capodanno ma va ugualmente ribadito che le bollicine, ormai un culto per chi segue le tendenze del bere bene, andrebbero de-stagionalizzate e, in aggiunta, “de-eventizzate”



Dialoghi sulle bollicine, convegno a Trento

Di • 5 Dic 2010 • Rubrica: Attualità e idee

di Riccardo Farchioni
TRENTO – I problemi iniziano già con il nome: “io non ne posso più di questo ‘bollicine'” sbotta Enzo Vizzari (L’espresso): “se penso alle bollicine mi viene in mente l’acqua minerale gassata, poi altre bibite colorate…



Via dalla pazza folla. Vini d’evasione. Terza parte: a Nord Est

Di • 30 Set 2010 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Fernando Pardini
Via dalla pazza folla è un vino desueto, che non sta sulla bocca del primo che arriva così come dell’esperto winewriter; via dalla pazza folla è un vino dalla personalità “sghemba”, a volte selvatica a volte candida, comunque pura e poco incline alle omologazioni; via dalla pazza folla spezza consuetudini per immaginarne altre



TRENTODOC. Per il rilancio di una denominazione storica

Di • 25 Mag 2010 • Rubrica: Il vino in dettaglio

di Luca Bonci
VERONA – Nel padiglione vinitaliano del Trentino non poteva sfuggire ai visitatori l’angolo dedicato alle bollicine del consorzio TRENTODOC. L’ampio banco di assaggio, servito da competenti sommelier, rappresentava una buona occasione per una compatta rassegna



Maso Nello: il Paradiso può attendere

Di • 1 Dic 2009 • Rubrica: Mangiare bere uomo donna

di Vincenzo Zappalà
Sopra Faedo e le sue meravigliose vigne, si annida un posto meraviglioso a dominio della valle dell’Adige e della Piana Rotaliana. Un gioiello immerso nel verde, dove si può gustare al meglio la semplice e saporitissima cucina trentina. Un luogo da segnare e non dimenticare più



Qui bene bibit… beve San Leonardo!

Di • 6 Mag 2009 • Rubrica: Il vino in dettaglio

di Leonardo Mazzanti
Venerdì 27 febbraio ore 21, trattoria “Da Burde”, scatta l’ora della tanto attesa verticale di San Leonardo – Tenuta San Leonardo. Le annate in degustazione sono 2004, 2003, 2001, 1999, 1997, 1996 e… coup de coeur, a sorpresa il 1993!



Un’Ora molto preziosa

Di • 6 Nov 2008 • Rubrica: In cantina

di Vincenzo Zappalà
Nello splendido scenario della Valle dei Laghi, tra il Garda e Trento, si produce uno dei più grandi vini passiti del mondo, il Vino Santo trentino, che quasi niente ha in comune con l’omonimo famoso fratello toscano. L’uva baciata dalla fortuna, la Nosiola, viene sfiorata ed accarezzata dall'”Ora del Garda” durante la sua vita sulla pianta ed ancor più durante i lunghi mesi invernali, mentre appassisce lentamente e si prepara a trasformarsi in quel nettare unico ed irripetibile