I vini del mese e le libere parole. Ottobre 2018

In copertina

I vini del mese e le libere parole. Ottobre 2018

di Fernando Pardini
Un Albana e un Trebbiano di Romagna fra i vini del mese! O che succede nel mondo? Saranno pur libere le parole, ma qui si sfiora l’affronto, l’estrosità, l’anomalia! Mica vero: provare per credere. Di contro, torno nella mia amata Langa e le parole si impennano nuovamente, e assieme alle parole le emozioni. Ben due, tuonanti, chiamate Barolo (Rocche) e Barbaresco (Asili). Apriti cielo

Leggi

Prima pagina

Da vedere e da sapere (rss)


A Roma, il 2 dicembre: A tutta torba! Dedicato ai whisky torbati

Dalle 15 alle 24, presso il Chorus Cafè, in via della Conciliazione 4 la terza edizione di “A tutta Torba!”, giornata organizzata da Roma Whisky Festival dedicata interamente ai whisky torbati con centinaia di etichette in degustazione, un collector’s corner, il Bowmore Cocktail Bar tutto al femminile e la novità della ”Bowmore Room Experience”. Ingresso gratuito previa registrazione con gettoni per consumazioni

La Terracotta e il Vino 2018, a Impruneta (Fi) il 24 e 25 novembre

Alla Fornace Agresti il vino in anfora da tutte le regioni d’Italia e dal mondo: 42 produttori e oltre cento etichette. In un convegno le novità scientifiche dell’affinamento in terracotta e i risultati finali del Dipartimento di Chimica. Ai banchi di assaggio anche birre in anfora



Giovedì 22 novembre a Milano: Sviluppo, sostenibilità e innovazione al Forum Food & Made in Italy, organizzato da 24ORE Eventi con Il Sole 24 Ore

Dall’evoluzione dei modelli di consumo alimentari alle modalità con cui far fronte alla sfida dell’internazionalizzazione per il food Made in Italy, dai fattori alla base dell’industria alimentare 4.0 alle nuove frontiere dell’Agricoltura 4.0 sino agli scenari con cui il settore vitivinicolo si sta confrontando tra internazionalizzazione, politiche di pricing e nuove tecnologie

Il 15 novembre parte da Firenze “Life of wine on tour”

Un progetto itinerante dedicato alla cultura delle vecchie annate, che si snoderà in una serie di appuntamenti che porteranno in giro per l’Italia vecchie annate per promuovere la conoscenza e la cultura dei vini italiani dal lungo percorso

AEPI, l’Associazione degli enotecari professionisti entra nel MiSE

L’Associazione dei professionisti del vino è la prima (e l’unica) del segmento enogastronomico ad essere ammessa nel prestigioso elenco del Ministero per lo Sviluppo Economico

Un asteroide ha il nome di Domenico Clerico. La sua posizione potrà essere osservata sul sito della Nasa

Ad un asteroide assegnato il nome del grande barolista Domenico Clerico. Qui c’è il link per seguirne la traiettoria


Collegati

Attualità e idee

Odio chi. Le corrosioni del tempo e il mio primo pezzo “politico” [14]

di Fernando Pardini
Vent’anni di scritti dedicati al vino, permeati da una divorante passione e vòlti ad evocare il meglio che c’è, di una esperienza sensoriale o di una storia contadina. Vent’anni di innamoramenti passati a trasformare parole in tributi, elegie e suggestioni. Può accadere, una volta tanto, di cambiar registro, per fermarsi a parlare del lato oscuro di un mestiere e delle sue “corrosioni”. Ecco, oggi è quella volta lì.

Presentata a Firenze la guida I ristoranti e i vini d’Italia 2019 de L’Espresso

di Riccardo Farchioni
Presentata a Firenze la Guida ai Ristoranti e ai Vini d’Italia de L’Espresso, 41^ edizione di una pubblicazione che racconta i luoghi del mangiare italiano. Un lavoro di grande valore testimoniale visto che, dopo le “ubriacature” molecolari e le suggestioni del nord Europa la cucina italiana è, oggi, la migliore del mondo, quello occidentale perlomeno. Appendice dedicata a una “selezione severa” di vini

diVini

I vini del mese e le libere parole. Settembre 2018

di Fernando Pardini
All’insegna dell’eclettismo, ecco la nuova frontiera del bianco d’autore metter su casa nel Jurançon, ecco il Pinot Noir della Vallée che non ti aspetti ma c’è, ecco le Colline Lucchesi che battono un colpo (e che colpo) tanto per farci capire che ci sono anche loro, ecco la monumentale presenza di un nuovo Brunello dedicato ad un affetto ed ecco infine la strenua resistenza alle insidie del tempo offerta da un indomabile Sangiovese chiantigiano con il cuore d’altura. Cosa c’è di meglio, se non l’eclettismo, per le libere parole?

Cantine Ferrari: le ultime annate della linea alta (ma non solo) e il nuovo Giulio Ferrari Rosé

di Fernando Pardini
È uscito il nuovo, attesissimo, ambizioso (e costoso) Giulio Ferrari Rosé, e noi ne parleremo. Così come parleremo delle ultime annate (ma non solo) delle varie etichette appartenenti alla linea alta di casa Ferrari, Perlé e Riserva. Per scoprire che dietro la certezza di una firma implacabile per premure tecniche e precisione esecutiva, si cela la beneaugurante “aleatorietà” figlia di una sensibilità tutta artigianale.

Cuzziol wine tasting: spigolature a margine di un evento milanese

di Massimo Zanichelli
In un caldo pomeriggio milanese di settembre, nel lungo rettangolo della sala Duomo del Gallia Excelsior, hotel très chic tra la Stazione Centrale e il Pirellone, è andato in scena il wine tasting della Cuzziol GrandiVini. Oltre alle 14 regioni dello Stivale e alle 9 della Francia, oggi questa azienda importa vini da Austria, Germania, Portogallo, Slovenia, Spagna, Armenia, California, Argentina, Nuova Zelanda

diCibi

Il futuro della cucina corre sul filo… di uno spaghetto al pomodoro [2]

di Corrado Benzio
Chef e cucinieri, trattorie e ristoranti importanti, si cimentano con rinnovato interesse in uno dei grandi classici della cucina italiana. Parte anche da lì un aggiornamento stilistico che punti alla radice dei sapori puri della tradizione

diLuoghi

Alla miniera di Galparino, sulle tracce del Vinosanto affumicato dell’Alta Valle del Tevere

di Massimo Zanichelli
Hai voglia te di parlar di unicità! Massimo Zanichelli ci guida qui alla scoperta di una autentica rarità, il Vinosanto affumicato. Un mondo a parte, che ci trasporta d’incanto ai gesti antichi, e a una ruralità affettuosa dall’immutato fascino, che va cercando nei meandri di un vino inusuale, dolce e complesso la strada per affrancarsi il futuro.

Vino Nobile di Montepulciano Crociani: di tanto amore. O della autenticità di un cantastorie [4]

di Fernando Pardini
Statura autorale dal fascino antico, i vini di Susanna Crociani, da Montepulciano, parlano al cuore con la sincerità e la profondità dei migliori esemplari della specie, sotto l’egida di una manifattura classica nei gesti e nei modi. Che sono poi i gesti e i modi di una vignaiola ostinata e sui generis, la cui coscienza critica e la cui dolcezza d’animo sono le apparenti dicotomie di un carattere forte e passionale, impermeabile ai ricatti dell’omologazione stilistica e dei deja vu.

Siti consigliati

Emergency: basta guerre, basta morti, basta vittime The Hunger Site laVINIum - rivista online di vino e cultura Tigulliovino: cultura del vino e servizi per le aziende

Archivio: annonove  Archivio: annootto  Archivio: AnnoSette  Archivio: AnnoSei  Archivio: AnnoCinque  Archivio: AnnoQuattro  Archivio: AnnoTre  Archivio: AnnoDue  Archivio: AnnoUno