Girovagando per la Lucchesia: Terre del Sillabo

In copertina

Girovagando per la Lucchesia: Terre del Sillabo

di Leonardo Mazzanti
Sono a casa dell’istrionico Giovan Pio “Giampi” Moretti, personaggio importante nel panorama enoico provinciale (e non solo), tant’è che è stato tra i promotori dell’Associazione Grandi Cru della Costa Toscana. E’ proprietario di circa sette ettari di vigne, divise tra due valli vicine, che segue personalmente col supporto tecnico di professionisti. Prima annata prodotta nel 1993: siamo arrivati, quindi, quasi alle nozze d’argento

Leggi

Prima pagina

Da vedere e da sapere (rss)


Il 22 luglio a Grana (AT): “che grana, il Grignolino!”

Grana (At) si trasformerà in un banco d’assaggio tutto dedicato al Grignolino: i produttori presenti direttamente e disposti lungo il Corso Garibaldi, animeranno le degustazioni raccontando il territorio ed i vini in degustazione. Una speciale enoteca raccoglierà le etichette di altre aziende in modo da offrire uno spaccato significativo sulla produzione in Piemonte. Uno spazio […]

Dal 16 dicembre, Cene Galeotte a Volterra: chef e detenuti di nuovo ai fornelli!

Fra le novità di questa edizione il coinvolgimento degli chef per lezioni di cucina ai detenuti iscritti al l’Istituto Alberghiero attivo dal 2013 all’interno del carcere. Oltre 14.000 i partecipanti dalla “prima” del 2005!




Collegati

Attualità e idee

Dedicato a Domenico Clerico

Domenica sera, 16 luglio, è scomparso dopo una lunga malattia Domenico Clerico, uno dei più noti e apprezzati produttori di Barolo. Aveva preso la guida della cantina di famiglia nel 1976. Grazie ad una serie di intelligenti acquisizioni nei cru più preziosi, è arrivato a coltivare 21 ettari di vigneti producendo vini di grande successo. Riportiamo qui il pensiero di un grande amico di Clerico, che preferisce rimanere anonimo

15 giugno 2017: L’AcquaBuona diventa maggiorenne! [2]

Sembra incredibile ma è così: essendo nata il 15 giugno 1999, oggi L’AcquaBuona diventa maggiorenne! Purtroppo non ci venne in mente di scrivere la data da nessuna parte ma è veramente così, fidatevi. Diciotto anni di assaggi, di viaggi, di esperienze, di incontri riportati in centinaia di racconti, durante i quali siamo stati testimoni di cambiamenti (spesso positive evoluzioni) ma anche di punti che sono rimasti fermi, identitari

diVini

Lucca Biodinamica – Elementi di vita, l’arte nel pane e nel vino

di Leonardo Mazzanti
Gragnano (LU) – “Lucca Biodinamica Summer Fest: bene, bravi, bis!” è così che potrei riassumere, o meglio sintetizzare, l’evento che si è svolto presso la Tenuta Lenzini lo scorso 21 giugno nel territorio magico delle Colline Lucchesi

I vini del mese e le libere parole. Giugno 2017

di Fernando Pardini
Eccoci alla seconda puntata della nuova rubrica, il cui titolo è parzialmente (volutamente) ingannevole e apparentemente (volutamente) scontato. Perché in realtà non c’è niente di classificatorio né irreggimentato qui. Nemmeno le parole

Quattro grandi vini umbri e la scheda empatica dei portoghesi

di Franco Santini
Una serata dedicata ai vini rossi dell’Umbria è stata l’occasione per testare insieme a un gruppo di amici neo-sommelier (freschi freschi di diploma FIS) la scheda di degustazione “empatica” messa a punto dal professor Manuel Malfeito Ferreira dell’Università di Lisbona

diCibi

Il Piccolo Forno Marziali a Saludecio (Rimini). Il tempo, le mani e l’anarchia [1]

di Marco Bonanni
“Mi piace tornare ai ricordi di bambino e rivederli adesso, da grande. Mi piace raccontarli, rifletterci su e a volte commuovermi. Sono i miei ricordi e ci sono affezionato: ché poi io volevo proprio fare il fornaio. Volevo fare il fornaio e il musicista, per la felicità di mia madre (si fa per dire). Volevo usare le mani, volevo sporcarmi; sporcare me e tutto quello che c’era intorno…..

diLuoghi

Poggio Le Volpi Wine and Food: una terrazza su Roma

di Franco Santini
Avevo sentito parlare di un grande piano di investimenti e di rinnovamento dell’offerta di ospitalità collegata al vino da parte di Poggio Le Volpi – cantina privata cresciuta esponenzialmente negli ultimi anni e oggi, numeri alla mano, tra le aziende vinicole di maggior successo della regione – e così, complice una bella giornata di sole primaverile, mi sono messo in macchina e sono andato a curiosare con i miei occhi. E quello che ho visto mi è piaciuto

SanCarlo a Montalcino. Il richiamo della terra e il Brunello “antico” che non scordi

di Fernando Pardini
I vini, i loro vini, mi hanno condotto fin qui, a SanCarlo. Loro sono stati il pungolo e il viatico di una montante curiosità. Grazie alla schiettezza e al temperamento. E grazie a quella robustezza buona che ne accompagna fedelmente le trame, intrise di veracità e sapore

Siti consigliati

Emergency: basta guerre, basta morti, basta vittime The Hunger Site laVINIum - rivista online di vino e cultura Tigulliovino: cultura del vino e servizi per le aziende

Archivio: annonove  Archivio: annootto  Archivio: AnnoSette  Archivio: AnnoSei  Archivio: AnnoCinque  Archivio: AnnoQuattro  Archivio: AnnoTre  Archivio: AnnoDue  Archivio: AnnoUno