Valle Isarco focus. Profondo bianco. Il più piccolo, il più grande: Spitalerhof e Cantina Valle Isarco

In copertina

Valle Isarco focus. Profondo bianco. Il più piccolo, il più grande: Spitalerhof e Cantina Valle Isarco

di Fernando Pardini
In posizione contrapposta lungo la stessa strada, due realtà apparentemente “alle antilopi” paiono amichevolmente fronteggiarsi: da un lato l’albergo Spitalerhof della famiglia Oberpertinger, gloriosa stazione di posta e di ristoro sulla via del Brennero, dall’altro la struttura moderna e razionale della Cantina Valle Isarco, per tutti la “sociale di Chiusa”. Da Spitalerhof dimensioni produttive lillipuziane, con la curiosità al potere; alla “sociale” il risveglio del gigante, sancito da una proposta enoica finalmente all’altezza del blasone e del territorio, con picchi di eccellenza.

Leggi

Prima pagina

Da vedere e da sapere (rss)


Il 28-29 aprile torna a Terracina lo SKY WINE rassegna enologica e culturale del territorio

Torna SKY WINE nella Città di Terracina per un prestigioso appuntamento primaverile, aperto al pubblico sabato 28 e domenica 29 aprile (ore 17-24)

La nuova stagione di “Cene galeotte” a Volterra

Da Marzo ad Agosto 2018 gli appuntamenti in calendario, che come da tradizione porteranno a Volterra grandi protagonisti della ristorazione e del vino toscani



Cesare Carbone del ristorante Manuelina di Recco nuovo presidente dell’Unione Ristoranti Buon Ricordo.

Per la prima volta, eletta alla vice presidenza una donna, Giovanna Guidetti dell’Osteria La Fefa di Finale Emilia.

Vinitaly: diminuiscono le giacenze della “cantina Italia”

Diminuiscono dell’8% tra il 1° gennaio e il 15 marzo di quest’anno le giacenze in Italia di vino e di prodotti a monte del vino, in particolare i mosti e il vino nuovo in fermentazione

Ruffino supera i 100 milioni di euro e raddoppia in 5 anni il fatturato

Nell’anno del suo centoquarantesimo anniversario, l’azienda vinicola Ruffino, fondata a Pontassieve nel 1877, ha festeggiato risultati particolarmente significativi

Dal 12 aprile al 12 settembre al ristorante Konnubio di Firenze la mostra dell’artista Susanne Paetsch

Dal 12 aprile fino al 12 settembre a Konnubio sarà possibile ammirare le opere dell’artista tedesca Susanne Paetsch, designer proveniente dal settore moda e ceramica, che vive da molti anni in Toscana e si dedica con passione alla fine-art


Collegati

L’evento

Il 20 e 21 maggio la sesta edizione di Vini d’Autore-Terre d’Italia: ecco i “magnifici 80” produttori

È ancora fresco il ricordo di Terre di Toscana, ma siamo sicuri che la voglia di una bella degustazione vi sia tornata. Ecco allora la prestigiosa, eclettica e per niente scontata compagine di produttori che costituiranno l’anima e l’ossatura della sesta edizione di Vini d’Autore-Terre d’Italia, che si terrà domenica 20 e lunedì 21 maggio nelle belle sale dell’Una Hotel Versilia di Lido di Camaiore..

Attualità e idee

Terre di Toscana 2018, l’undicesimo grande successo. Grazie a tutti!

E così, si è conclusa “in gloria” anche l’undicesima edizione di Terre di Toscana. Ancora una volta ci siamo attestati sulle tremila presenze, nelle quali vanno conteggiati un migliaio fra operatori professionali, buyer, e tanti giornalisti e blogger. E poi, naturalmente, il “nostro” pubblico di appassionati. Insomma, ancora un grande successo per un evento che è ormai atteso da una grande comunità che ci segue fedelmente, lusingandoci

Whisky perché? Intervista al “super esperto” Pino Perrone

di Franco Santini
Pino Perrone è un intellettuale “divoratore” e collezionista di libri forse nella vita avrebbe voluto fare tutt’altro. Ma di fatto oggi è uno dei più grandi esperti di whisky in Italia. Ed è anche “l’anima tecnica” del Roma Whisky Festival in programma il prossimo fine settimana

diVini

Chianti Classico 2016: ci sono rose, e fioriranno. Parte seconda

di Fernando Pardini
Rispetto delle proporzioni, freschezza, reattività. E un tannino da Sangiovese che sprizza orgogliosamente gioventù, per delineare un temperamento “classico” più incline al dettaglio e alle sfumature di sapore che non alla presenza scenica o alla pienezza di forme. Queste le doti implicite ed esplicite ricavate dai primi incontri ravvicinati con i Chianti Classico 2016 avvenuti nel corso dell’attesissima Chianti Classico Collection fiorentina. Qui la seconda parte del reportage.

I vini del mese e le libere parole. Febbraio 2018

di Fernando Pardini
I vini del mese, questo mese, parlano tutti la stessa lingua. Con accenti profondamente diversi, ma tutti la stessa lingua. Contemplano, un per l’altro, il dono della spontaneità e della naturalezza espressiva, irrinunciabili fondamenta per costruirci sopra una idea di distinzione, di identità e di privilegio. Ovviamente, nel rispetto delle libere parole.

Chianti Classico 2016. Ci sono rose, e fioriranno. Parte prima

di Fernando Pardini
FIRENZE – Rispetto delle proporzioni, freschezza, reattività. E un tannino da Sangiovese che sprizza orgogliosamente gioventù per delineare un temperamento “classico” più incline al dettaglio e alle sfumature di sapore che non alla presenza scenica o alla pienezza delle forme. Queste, in estrema sintesi, le doti implicite ed esplicite ricavate dai primi incontri ravvicinati con i Chianti Classico 2016 avvenuti nel corso dell’attesissima Chianti Classico Collection fiorentina

diCibi

Roma Whisky Festival: reportage dall’evento 2018 by Spirit of Scotland

di Riccardo Brandi
È stata davvero un successo la settima edizione del Roma Whisky Festival by Spirit of Scotland tenutasi lo scorso 3 e 4 marzo a Roma presso il Salone delle Fontane all’Eur, suggellato dalla presenza di circa 4500 visitatori, incrementando del 15 per cento l’affluenza del 2017

diLuoghi

Valle Isarco focus. Ragione e sentimento sulla strada per Bressanone: Taschlerhof e Kuen Hof

di Fernando Pardini
Puntata dedicata a due vignaioli di razza: Peter Wachtler (Taschlerhof), nei cui vini ho apprezzato fin dalle prime vendemmie la progressiva, implacabile messa a fuoco stilistica; e Peter Pliger (Kuen Hof), del quale mi ha sempre colpito, oltre ai vini, quella gentilezza tranquilla, portata all’ascolto, senza ombra di spocchia, che non smette di affascinare e che istintivamente fa sentire a proprio agio.

La prospettiva del tempo: degustazioni in Alto Adige/2: Rielinger, nel Renon

di Lamberto Tosi
Dopo l’altopiano di Mazzon si passa nel Renon, in Valle Isarco. In questa seconda puntata la cronaca della visita a Rielingerhof di Matthias Messner, situato nei pressi di Siffiano a 750 metri sul livello del mare: classici bianchi come Riesling, Kerner, Müller-Thurgau e l’autoctono Blatterle

Siti consigliati

Emergency: basta guerre, basta morti, basta vittime The Hunger Site laVINIum - rivista online di vino e cultura Tigulliovino: cultura del vino e servizi per le aziende

Archivio: annonove  Archivio: annootto  Archivio: AnnoSette  Archivio: AnnoSei  Archivio: AnnoCinque  Archivio: AnnoQuattro  Archivio: AnnoTre  Archivio: AnnoDue  Archivio: AnnoUno